Venerdì, 19 Febbraio 2021 06:28

CORONAVIRUS/ In tutta la Puglia da sabato al via le vaccinazioni a personale scolastico e over 80. A Taranto attrezzato il Palaricciardi In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

In tutta la Puglia, tra sabato 20 e lunedì 22 febbraio prossimi, inizierà la vaccinazione del personale scolastico e dei cittadini di età over 80 contro il Covid-19. Le operazioni saranno coordinate dalle Asl provinciali d'intesa con i Comuni. Docenti, personale Ata e amministrativo saranno vaccinati soprattutto utilizzando i palazzetti sportivi. A Bari si aprirà la vaccinazione il 20 febbraio alle 9 al Palacarbonara con 800 persone al lavoro nelle scuole comunali della città; nella stessa data si dà il via anche a Taranto all'interno del Palaricciardi; scelta analoga anche nella Bat dove, domenica 21, si vaccinerà all'interno del Pala Disfida Borgia di Barletta, nel palazzetto dello sport di Trani e nel centro Dopo di Noi ad Andria. A Lecce, sabato 20 febbraio, le vaccinazioni partiranno nelle scuole comunali dell'infanzia e asili nido. A Brindisi si partirà domenica 21 nell’ambulatorio vaccinale del quartiere Bozzano e a Fasano (Br) nella sede del Presidio territoriale di assistenza. 

 

In ultimo, a Foggia, la vaccinazione sarà avviata lunedì 22 in “considerazione della geografia della provincia, della logistica, della disponibilità di locali idonei, oltre che delle scorte di dosi”, hanno specificato dalla Asl. “La rete è capillare anche grazie al contributo offerto dai sindaci, in sinergia con i volontari della Protezione civile”, aggiungono. Le vaccinazioni proseguiranno anche nei giorni successivi. “Si tratta di uno sforzo corale senza precedenti messo in campo dalla sanità pugliese in collaborazione con tutti i Comuni – dice l’assessore regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco - uno sforzo che necessita della collaborazione di tutti anche nell’affrontare gli inevitabili inconvenienti nel rodaggio della macchina”. “L’augurio è che si possa contare via via sempre su nuove dosi di vaccino, in modo da allargare la platea nel minor tempo possibile. Nel frattempo, occorre ricordare che anche i vaccinati devono mantenere le precauzioni previste per legge e dal buon senso: distanziamento sociale, igiene delle mani, uso delle mascherine”, conclude.