Sabato, 06 Febbraio 2021 15:11

MANCANZE/ Il Taranto omaggia il mito di Erasmo Iacovone, come lui nessuno In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Mister Laterza: “Sappiamo che per questa città non era un calciatore qualunque. Per noi questa ricorrenza sarà un motivo in più per dedicargli i tre punti contro il Cerignola.”

 

 

 

di Andrea Loiacono

 

 

 

Petrovic; Giovannone, Chimenti, Panizza, Dradi, Nardello, Gori, Fanti, IACOVONE, Selvaggi, Caputi. Comincia con questa formazione il trailer di Apulia Film Commission intitolato “Iaco”con la regia di Alessandro Izzo. Ed è grazie a quella formazione che una città intera e un'intera generazione di tifosi e addetti ai lavori sognava la promozione del Taranto dell'encomiabile presidente Giovanni Fico, la promozione in serie A. La serie B della stagione 77-78 vedeva in testa con tutti i favori del pronostico l'Ascoli del presidente Rozzi, ma il Taranto fino all'inizio del girone di ritorno nutriva buone chance di promozione, come mai accaduto prima. Grazie agli otto gol realizzati sino a quel momento da un calciatore eccellente sul campo dalle caratteristiche tecniche impressionanti come l'elevazione e il senso del gol ma molto apprezzato anche per la sua bontà d'animo, riservatezza, caratteristiche che al tempo d'oggi con la presenza dei social e copertine di giornali di gossip rendono i calciatori delle vere e proprie star. Ebbene, quel ragazzo si chiamava Erasmo Iacovone da Capracotta un piccolo centro abitato del Molise. Oggi ricorre il quarantatreesimo anniversario della sua tragica scomparsa a soli venticinque anni e nemmeno i tempi difficili che stiamo vivendo in ambito sanitario hanno impedito alla tifoseria ma soprattutto alla squadra e alla società di ricordarlo. Gli stadi come si sa sono chiusi, la curva Nord tempio del tifo rossoblù solitamente espone nella partita più prossima a questa data striscioni e una gigantografia appendendola alla balaustra del settore. Per l'appunto quest'anno però ci hanno pensato la società ma soprattutto la squadra a ricordare la figura di Iacovone. Tutta la squadra, capeggiata da capitan Max Marsili ha deposto, infatti, un mazzo di fiori alla base della statua raffigurante Iacovone che si trova all'ingresso del settore di Curva Nord.

 

 

 

I gesti erano stati poco prima preceduti da poche ma toccanti parole del tecnico rossoblù Giuseppe Laterza il quale si è detto motivato a vincere anche per Erasmo Iacovone: “Sappiamo che per i tifosi, per la città di Taranto Iacovone non sarà mai un giocatore come gli altri. I ragazzi sanno cosa significa per Taranto. Per noi questo anniversario sarà un ulteriore motivazione per portare a casa da Cerignola una vittoria che vogliamo dedicare a lui.” (foto http://Mapio.net)

Ultima modifica il Sabato, 06 Febbraio 2021 15:28