Martedì, 24 Novembre 2020 15:01

CALCIO/ Taranto: I rossoblù si aggiudicano il derby con il Brindisi nel recupero della sesta giornata In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

La vittoria grazie a una prestazione di grinta e cinismo. Per il Brindisi solo rimpianti per un paio di occasioni non sfruttate da Lacarra e Pizzolato in pieno recupero. Mister Laterza: “ Vittoria ottenuta con i muscoli e con il cuore; sapevo che la partita non sarebbe stata bella. Siamo stati bravi a sbloccare la gara e a gestirla al meglio.” Alberto Acquadro: “L'azione del gol è frutto del lavoro in allenamento, spero di ripetermi ancora.” Mister De Luca: “ Non credo che il Brindisi meritasse di perdere, paghiamo un'ingenuità in occasione del gol, ma il Taranto non ci ha mai impensierito.”

 

 

 

di Andrea Loiacono

 

 

 

Il derby tra ionici e adriatici, tra Taranto e Brindisi di scena allo Iacovone nel giorno di Santa Cecilia alla fine se lo aggiudica il Taranto grazie a un'inzuccata di Acquadro al 40', abile a sfruttare un bel cross di Caldore per sbloccare il match al tramonto del primo tempo.

 

Ma andiamo per ordine. Mister Laterza schiera i suoi ragazzi, per l'occasione scesi in campo per la prima volta con la maglia rossoblù con il classico 4-2-3-1 con Sposito in porta, Caldore, Guastamacchia, Rizzo e l'under Boccia in difesa; a centrocampo la sorpresa è rappresentata dalla presenza dell'ivoriano Diaby, tra i migliori in campo accanto a capitan Marsili. Sulla trequarti si rivede Guaita dopo le tre giornate di squalifica, al centro agisce Acquadro con Falcone, Brindisino di nascita sull'out mancino. In avanti altra scelta a sorpresa di mister Laterza che preferisce Serafino a Stracqualursi.

 

Nel Brindisi, mister De Luca opta per una difesa a cinque e l'inserimento del Tarantino Palumbo che giocherà però in posizione più arretrata, i terminali offensivi sono gli esperti Palazzo e Lacarra. Tra le file degli adriatici tanti ex, tra i quali Botta, Boccadamo e D'Angelo. Arbitro il sig. Giuseppe Rispoli della sezione di Locri.

 

Nelle prime battute la gara è contratta e fa registrare diversi errori da una parte e dall'altra, con il Taranto che prova a fare la gara e il Brindisi rapido a ripartire in contropiede. Al 9' minuto c'è una bella azione insistita di Guaita sulla destra che entra in area e crossa per la testa di Serafino che viene anticipato.

 

Al 12' la prima occasione da gol della partita capita al Brindisi con Palumbo che crossa per Lacarra che si avvita bene in rovesciata la la sfera termina di un metro fuori.

 

Il Taranto macina gioco a centrocampo con Diaby che arriva spesso per primo sul pallone com le sue lunghe leve e con Marsili che prova una conclusione dalla distanza senza successo. Al 24' è sempre Guaita a dare il via ad un'azione pericolosa sulla destra con un cross per l'accorrente Falcone che in acrobazia manda la sfera alta. Al 32' Serafino recupera un buon pallone servendolo ad Acquadro che calcia in modo istintivo e il suo tiro si alza sopra la traversa. Il Taranto spinge e lo fa sempre sulla destra con Guaita che effettua un tiro cross con l'estremo difensore over Pizzolato che per evitare che la sfera si insacchi sbatte contro il palo rimanendo dolorante per terra un paio di minuti. Si riprende a giocare e la partita assume la sua svolta, Falcone lavora un bel pallone con un colpo di tacco seerve Caldore in sovrapposizione sulla sinistra il quale vede l'inserimento di Acquadro che è bravo a vedere Pizzolato posizionato non benissimo tra i pali e beffarlo con un colpo di testa in pallonetto. Taranto in vantaggio e prima rete in campionato per l'ex calciatore del Venezia. A questo punto il Brindisi deve rinunciare a Clemente per infortunio, al suo posto entra Merito.

 

I ragazzi di De Luca non stanno a guardare e cercano una pronta reazione con Lacarra che in seguito a una mischia in area poco prima da battere a rete dall'altezza del dischetto viene anticipato provvidenzialmente da un grande intervento di Boccia. Si va al riposo dopo 3' di recupero.