Martedì, 17 Novembre 2020 16:23

CORONAVIRUS/ Il sindaco di Statte “ no al trasferimento dei malati di oncologici dal Moscati di Taranto” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 Il Comune di Statte, nella cui area ricade il secondo ospedale di Taranto, il Moscati, adibito a presidio Covid, dice no al trasferimento dei pazienti della struttura di Oncologia così come fu fatto nella scorsa primavera per far fronte all’emergenza ricoveri. Per il sindaco di Statte, Franco Andrioli, “quei  pazienti non possono essere spostati da lì. Ci  troveremmo ad aggiungere emergenza ad emergenza con tutto quello che ne conseguirebbe: spostamenti difficili, dilazioni e ritardi nelle risposte terapeutiche e diagnostiche. 

 

Il Covid - rileva Andrioli - ci impone rigore e attenzione, ma proprio per questo non possiamo esporre quelli più deboli”. “In giornata piovose, fredde, ventilate, o anche nei giorni di grande caldo, le centinaia di pazienti che arrivano al Moscati spesso sono costretti ad aspettare per strada, senza un luogo idoneo per accoglierli - dice il sindaco Andrioli -.C’è bisogno di un ricovero immediato per persone che in molti casi arrivano ai cancelli dell’ospedale provati nel fisico e nell’animo. Vanno trattati adeguatamente, a loro vanno garantite condizioni di sicurezza e dignità”. Il sindaco annuncia di voler proporre “una soluzione all’Asl. Io metto a disposizione tutti i miei uffici tecnici per rendere i percorsi autorizzativi e concessori celeri ma nell’ospedale Moscati vanno subito cantierizzati interventi che pongano fine a questa condizione di assoluta disumanità. Ci sono spazi e soluzioni anche veloci ed economiche che si possono mettere in campo, ma l’Asl riconosca il problema e agisca di conseguenza”, conclude il sindaco Andrioli.