Venerdì, 06 Novembre 2020 20:42

L’ORDINANZA/ Riaprono in Puglia le scuole elementari e medie In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

La Regione Puglia ha emanato un'ordinanza con cui si adegua ai dettami del Dpcm del 3 novembre in tema di scuole, disponendo che dal 7 novembre al 3 dicembre siano riaperte le scuole elementari e medie, che erano state chiuse con ordinanza del 28 ottobre. Le famiglie potranno però richiedere che sia applicata la didattica a distanza. 

 

"Il lunedì di ogni settimana le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado della Puglia devono comunicare all'Ufficio scolastico regionale e al Dipartimento salute il numero degli studenti e il numero del personale scolastico positivi o in quarantena nonché tutti i provvedimenti di sospensione dell'attività didattica adottati a causa dell'emergenza Covid": è scritto nell'ordinanza. "L'omessa comunicazione dei dati - è scritto nelle premesse del provvedimento - costituisce motivazione epidemiologica di per sé sufficiente a considerare una situazione di pericolo per la salute pubblica". 

 "Nessuno potrà essere obbligato ad andare a scuola in presenza e le eventuali assenze saranno giustificate. Tutti avranno diritto a richiedere la didattica a distanza per tutelare la propria salute. Le scuole dovranno dotarsi immediatamente della possibilità di fare didattica a distanza”. Michele Emiliano sulla sua pagina facebook a commento della ordinanza num. 413 appena emanata.“Finalmente la verità da parte dei giudici - prosegue - sulle gravi difficoltà a tutelare la salute dei bambini pugliesi attraverso un efficiente sistema di didattica a distanza. I giudici del Tar di Bari preso atto della inadeguatezza del sistema scolastico pugliese ad attivare subito la dad, sono costretti a mandare a scuola i nostri bambini più piccoli in presenza. Mentre al contrario per i ragazzi delle superiori lo stesso governo ha ammesso l’insicurezza della didattica in presenza, tanto da vietarla. Una drammatica contraddizione che ha messo in contrapposizione due sezioni dello stesso Tar Puglia visto che la sezione di Bari ha sospeso la mia ordinanza e quella di Lecce ne ha confermato la legittimità".