Mercoledì, 21 Ottobre 2020 07:17

RIQUALIFICAZIONE/ Lungomare terrazzato e campo “Atleti azzurri d’Italia”, due progetti per il Quartiere Tamburi di Taranto In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 Con due progetti, il lungomare terrazzato sul Mar Piccolo e la riqualificazione del vecchio campo di calcio “Atleti azzurri d’Italia”, l’amministrazione comunale di Taranto avvia la riqualificazione del quartiere Tamburi, il quartiere che sorge a ridosso degli impianti ex Ilva e che per questa sua vicinanza, ne soffre tutto l’impatto negativo. In due anni, afferma la giunta, facendo partire i lavori ad inizio 2021, l’obiettivo è ridisegnare e rilanciare questo rione attraverso un investimento globale di circa 70 milioni di euro. Per il lungomare terrazzato, dopo l’ok al piano di fattibilità tecnica ed economica, il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, spiega che “si tratta di uno degli affacci più suggestivi della città, lungo via Mar Piccolo e la sottostante scarpata. Un’opera ambiziosa che quota poco meno di 7 milioni di euro e che consentirà di collegare il quartiere alla linea di costa attraverso un’avveniristica rampa ciclopedonale, superando la linea ferroviaria che oggi rappresenta una cesura urbana e paesaggistica invalicabile”. 

 

“Il progetto - annuncia il sindaco - è il primo step per la creazione di una ciclovia del Mar Piccolo che connetterà alla città gli straordinari paesaggi del primo seno come il fiume Galeso, i Cantieri Tosi, il Parco della rimembranza e la nuova stazione Nasisi, rendendo fruibile l'intera costa”. Altro progetto che ha avuto il via libera riguarda i lavori di riqualificazione dell’area circostante il vecchio campo di calcio “Atleti Azzurri d’Italia” tra via Deledda e il tracciato ferroviario che attraversa il quartiere (ok allo studio di fattibilità tecnico-economica in questo caso). “Con un investimento di poco più di 5 milioni di euro, in parte già finanziati dal Contratto istituzionale di sviluppo - ha spiegato ancora il sindaco -, questo progetto prevede la riqualificazione del campo e della vecchia pista di pattinaggio che si trasformeranno in uno “sport center”, cui si aggiungeranno un “playground park” che recupererà la vecchia piastra commerciale e un “urban park” dedicato esclusivamente al relax”. Complessivamente si tratta di un’area di 70mila metri quadri nella quale l’ex campo “Atleti Azzurri d’Italia” rappresenterà il fulcro dell’intero intervento, diventando un centro federale Figc. Per gli assessori allo Sport, Fabiano Marti, e ai Lavori pubblici, Ubaldo Occhinegro, “questo progetto è la prima risposta alle esigenze del quartiere e delle numerose società sportive che ci chiedono spazi. Rispondiamo con un intervento organico per realizzare un’opera nel quale il calcio sarà protagonista, ma dove troveranno soddisfazione anche altri sport, in piena coerenza con la prospettiva dei Giochi del Mediterraneo”, la cui ventesima edizione si terrà a Taranto nel 2026. Ai due interventi che hanno avuto il via libera, si aggiungono infine la “Foresta urbana” sud e nord e il progetto di rigenerazione urbana diffusa su tutti gli spazi pubblici di quartiere.