Martedì, 20 Ottobre 2020 06:54

EMERGENZE/ Confcommercio Taranto “gli operatori alberghieri temono un secondo lockdown” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Gli operatori dell’ospitalità alberghiera ed extra alberghiera temono un secondo lockdown”. Lo evidenzia la categoria associata a Confcommercio Taranto. Per gli operatori, “la pandemia Covid torna a rallentare il settore del turismo. Il balzo dei contagi in Italia ed in Europa e la stretta dei Dpcm di ottobre, riportano al clima di tensione simile della prima ondata del virus”. “Abbiamo davanti a noi un periodo complicato - afferma Cosimo Miola, presidente della categoria operatori alberghieri ed extraalberghieri per Confcommercio Taranto - ma non dobbiamo perdere la fiducia. Possiamo lavorare per promuovere un turismo lento, di prossimità e sicuro. Il nostro territorio - ha detto Miola - offre spazi e contesti sicuri ed è l’ideale per chi vuole vivere il territorio in una dimensione di riscoperta della natura, dell’arte, dell’enogastronomia”. Facendo infine un punto sull’estate 2020 appena trascorsa, la categoria di Confcommercio ha detto che c’è stata “una graduale ripresa delle prenotazioni a partire da luglio, proseguita poi nel mese di agosto con il sold out in alcune zone” mentre “modesto l’andamento di settembre”. “Le aree di provenienza Lombardia, Lazio, Puglia e Italia meridionale soprattutto, in generale scarsa la presenza di turisti stranieri (Germania, Belgio, Svizzera)” osservano infine gli operatori.