Venerdì, 18 Settembre 2020 17:16

LE BUONE NOTIZIE/ Con l’arrivo di due specialisti l’Utin Punto nascita del SS.Annunziata ha ripreso l’attività a pieno regime In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’Asl di Taranto informa che con l’entrata in servizio oggi del prof. Schettini e della dr.ssa Lieggi è ripresa, a pieno regime, l’attività dell’UTIN del SS. Annunziata, insieme alla dr.ssa Lucrezia De Cosmo, esperta di terapia intensiva neonatale, neurologia infantile ed elettroencefalografia neonatale, in servizio a Taranto già dai primi giorni di settembre grazie allo stesso bando.

Il dr. Federico Schettini è esperto rianimatore e istruttore di rianimazione neonatale, professore universitario e facente funzioni del Direttore dr. Laforgia presso la Utin del Policlinico di Bari. Si affianca la dr.ssa Serena Lieggi e, nei prossimi giorni, prenderà servizio anche un’altra dottoressa, provenienti entrambe dalla pediatria del San Paolo di Bari.

Con l’UTIN, il Punto Nascita del SS. Annunziata riprende il ruolo di HUB nella rete dei Punti Nascita regionali e torna a essere punto di riferimento nel Sistema Trasporto Materno Assistito (STEM) per l’arco jonico-salentino, riaccogliendo pazienti con patologie metaboliche, ipertensione gestazionale e preeclampsia, gravidanza pretermine e gravidanze con feti con restrizioni della crescita. 

Un risultato importante per il punto nascita tarantino, che registra già il secondo posto per volume di parti tra i 29 punti nascita della Puglia, e il quinto posto nel contesto dei 101 punti nascita del Sud Italia. L’Unità di Ginecologia e Ostetricia, diretta dal dr. Stola, e l’Unità Operativa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale del SS. Annunziata assumono a pieno titolo il ruolo di Unità di II livello, in grado di erogare assistenza alla donna e al neonato che necessitano di cure complesse e intensive.