Martedì, 08 Settembre 2020 14:01

RACCOLTA RIFIUTI/ Taranto, parte da oggi la differenziata in Città vecchia e debuttano i cassonetti “ingegnerizzati” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Parte da oggi l’estensione della raccolta differenziata anche nella città vecchia di Taranto, ma soprattutto debuttano i nuovi cassonetti “ingegnerizzati”, che si aprono solo con delle card specifiche consegnate agli utenti, e viene lanciata dal Comune una nuova app per la raccolta differenziata. Sono le novità del programma di Comune di Taranto e dell’azienda pubblica per l’igiene urbana, Amiu. Nella parte antica di Taranto i cassonetti “ingegnerizzati” sono sistemati in batterie di quattro: giallo per il multimateriale, marrone per l’organico, verde per il vetro e grigio per l’indifferenziato. “La raccolta differenziata nella città vecchia, voluta dal sindaco Rinaldo Melucci, è un passo nel futuro per Taranto. Dal prossimo mese, inizieremo anche nel centro di Taranto e poi proseguiremo in tutta la città. È una sfida importante, bisogna passare dalle parole ai fatti e Taranto entra nel futuro con questo nuovo sistema ingegnerizzato”: ha dichiarato il presidente Amiu, Giampiero Mancarelli. 

 

 Il conferimento dei rifiuti differenziati potrà avvenire a tutte le ore, previo uso della card, mentre sensori posizionati sui nuovi cassonetti “avviseranno” Amiu quando è necessario svuotarli. Intanto, l’amministrazione comunale offre ai tarantini  uno strumento in più per contribuire al successo della raccolta differenziata. Sarà infatti disponibile gratuitamente l’app Riciclario, già utilizzata in diversi Comuni italiani per orientarsi meglio  tra le regole della gestione dei rifiuti.     Tra le priorità richieste dal sindaco ad Amiu, c’erano l’estensione della raccolta differenziata a tutto il territorio urbano e l’implementazione di un’applicazione che facilitasse ai cittadini questo passaggio.Dopo la prima fase di avvio del servizio e a cavallo della seconda, tutti - annuncia stamattina il Comune di Taranto - potranno scaricare sul proprio smartphone l’applicazione che consente, tra le altre cose, di conoscere i calendari di conferimento nelle zone servite dal “porta a porta”, l’ubicazione delle micro-isole ecologiche dove sono operativi i cassonetti ingegnerizzati o la corretta destinazione dei rifiuti, anche con una semplice scansione del codice a barre di un prodotto. “Avevamo dato questo specifico indirizzo - ha dichiarato il sindaco - e ora siamo felici di poter annunciare questa ulteriore innovazione nella gestione dei rifiuti. È uno strumento a servizio dei cittadini, che non avranno più alibi”. Per il sindaco, “con questa applicazione, sarà quasi impossibile sbagliare i conferimenti, di conseguenza ci aspettiamo che la qualità della raccolta migliori sensibilmente”.