Lunedì, 31 Agosto 2020 12:11

CALCIO/ Il Taranto batte 2-1 il Tiferno Lerchi nella prima amichevole stagionale In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

A segno Guaita e il giovane Santarpia. Mister Laterza: “Soddisfatto dell'approccio di tutti i ragazzi, abbiamo mantenuto un buon ritmo nonostante i carichi di lavoro. Complimenti soprattutto ai più giovani.” Intanto la società si muove sottotraccia per completare l'attacco, vicino l'accordo con un attaccante argentino.

 

 

 

 di Andrea Loiacono

 

 

 

Primo test amichevole per il Taranto che prosegue la preparazione in vista della prossima stagione. I rossoblù hanno affrontato in un allenamento congiunto la formazione umbra biancorossa del Tiferno Lerchi, compagine neopromossa in serie D. Il risultato finale ha visto gli ionici imporsi con il risultato di 2-1 dopo un match disputato su buoni ritmi da ambo le parti nonostante il forte caldo e l'acido lattico dovuto a questi giorni di fatiche dopo un lungo periodo di stop.

 

 

 

Questo l'undici schierato inizialmente dal neo tecnico dei rossoblù Giuseppe Laterza: Sposito; Boccia, Gonzolazez, Guastamacchia, Marino; Guaita, Matute, Marsili, Santarpia; Corvino, Alfageme.

 

 

 

La prima frazione ha visto gli ionici disporsi in campo con un classico 4-4-2. Il Taranto parte subito forte trovando il doppio vantaggio prima con l'argentino Leandro Guaita al 14' e dieci minuti più tardi con un gran gol del giovane Santarpia, classe 00 esterno destro offensivo di proprietà del Benevento. Nel secondo tempo il Taranto ha cambiato atteggiamento tattico predisponendosi con il 4-2-3-1 e mantenendo la difesa a quattro. Si sono succeduti a scaglioni una serie di cambi; il trequartista marocchino Lgzir da poco giunto alla corte di Laterza è entrato al posto dell'ottimo Santarpia, Ferrara ha rilevato Marino; Diaby ha preso il posto di Matute; Ba per il capitan Max Marsili; Mastromonaco per Leo Guaita; Rizzo per Guastamacchia; Serafino per Corvino. La rete della bandiera per la squadra umbra ha portato la firma di Peluso, abile a sfruttare gli sviluppi di un calcio piazzato. Queste le dichiarazioni di mister Laterza intervenuto ai microfoni del canale ufficiale Taranto. FC : “ Abbiamo voluto fortemente disputare questo primo test contro una formazione di pari categoria. Avremmo potuto affrontare una compagine di livello inferiore ma volevo vedere la reazione dei miei calciatori a ritmi più sostenuti. Devo dire che l'approccio e la mentalità li considero soddisfacenti e quindi faccio i complimenti ai miei ragazzi. A prescindere dal risultato credo che si sia trattato di un allenamento probante per entrambe le squadre che non si sono risparmiate. Nonostante i carichi di lavoro abbiamo gestito bene la palla, avremmo potuto fare leggermente meglio nella prima fase ma sono soddisfatto. Non è facile trovare le giuste giocate quando si affronta questo caldo e considerando anche che siamo al dodicesimo giorno di conoscenza reciproca. Nel primo tempo abbiamo giocato con il 4-4-2 mentre nella ripresa ho provato l'inserimento di un trequartista in più ma nel complesso l'assetto è rimasto sempre a quatttro in difesa. Per quanto riguarda la prestazione degli under tutti hanno fatto bene, si stanno impegnando tanto e insieme al preparatore atletico stanno svolgendo un ottimo lavoro. Santarpia è un ragazzo che ha qualità, ha fatto un gran gol. Sono certo che lui come tutti gli altri se sapranno migliorare la fase di non possesso ci daranno grandi soddisfazioni.”

 

 

 

Intanto la società continua a lavorare sottotraccia per completare l'organico, senza fretta ma cercando di individuare le pedine che possano far fare il salto di qualità al Taranto. Per quando riguarda la difesa Montervino sarebbe alla ricerca di un centrale per completare il reparto. Nei giorni scorsi si è fatto il nome di Daniele Rosania, attualmente legato al Cerignola, compagine in cui ha militato lo scorso anno. Il difensore si è detto felice di un eventuale ritorno in rossoblù ma prima deve risolvere la situazione con gli ofantini. Si attende una risposta nei prossimi giorni.

 

 

 

Quello che sicuramente necessita di essere completato è il reparto offensivo. Il Taranto al momento non ha in rosa una punta centrale di ruolo e anche in questo senso il direttore sportivo Montervino sta stringendo contatti, soprattutto con un paio di profili sudamericani. Il primo nome è quello di Rafael Ramazotti classe '88 brasiliano di Sao Caetano il quale nell'ultima esperienza ha militato in Corea del Sud nella formazione del Daejeon Citizen collezionando 10 presenze e 3 reti. Tra il calciatore e il Taranto ci sarebbero stati dei contatti ma l'ingaggio richiesto dalla punta brasiliana appare troppo esoso per la compagine tarantina.

 

 

 

Più percorribile la strada che porta a Denis Stracqualursi, calciatore argentino il quale milita una lunga esperienza nella massima serie argentina con le maglie di Tigre, San Lorenzo e Gimnasia. Per lui anche un'esperienza in Inghilterra nell'Everton nella stagione 2011-2012. Il calciatore e il suo procuratore, dopo un primo momento di riflessione avrebbero deciso di accettare la proposta del Taranto. Le prossime ore potrebbero essere quelle decisive per la chiusura dell'affare. In alternativa resta in piedi la pista che porta a Saveriano Infantino punta centrale classe '86 in forza alla Carrarese con la quale la scorsa stagione ha totalizzato 16 gol in Lega Pro e disputando i play-off. In questo caso la trattativa appare difficile, non tanto per l'ingaggio ma quanto per la volontà del calciatore di non scendere di categoria.