Lunedì, 15 Giugno 2020 17:48

L’EVENTO/ Taranto ringrazia i protagonisti della lotta al Covid, questa sera il concerto In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si tiene questa sera a Taranto il primo concerto live post lockdown. Avrà inizio alle 20.30 sulla rotonda del Lungomare, 200 gli invitati, ed è un evento che vuole costituire un ringraziamento a quanti, medici, operatori sanitari e non, rappresentanti delle forze dell’ordine e altri protagonisti, nelle scorse settimane si sono impegnati sul fronte Coronavirus tra assistenza, prevenzione e sostegno sociale. E saranno proprio loro gli invitati selezionati per l’evento. Protagonisti del concerto, l’orchestra della Magna Grecia di Taranto, Istituzione convertistico musicale (Ico), il cantante Al Bano Carrisi, il cantautore Renzo Rubino (che è di origine tarantina) e il tenore Gianluca Terranova. Al Bano, tra l’altro, si esibirà nell’Ave Maria di Gounod, Renzo Rubino, invece, porterà sul palco i suoi pezzi lanciati a Sanremo, da “Il Postino” a “Custodire”, mentre il tenore Gianluca Terranova - recentemente protagonista con Vanessa Incontrada in Rai nella mini serie tv dedicata e ispirata al maestro Caruso - dedicherà a Taranto “Era de Maggio” di Mario Costa. Con i tre artisti, i 70 professori dell’Orchestra della Magna Grecia diretti dal maestro Piero Romano. Lo spettacolo - trasmesso in diretta da emittenti televisive, radiofoniche e siti - sarà presentato da Mauro Pulpito ed è, spiegano i promotori, “il primo vero dopo i mesi di lockdown”. 

 

 L’evento “è dedicato dall’Amministrazione comunale di Taranto proprio a chi in queste settimane di paura e difficoltà si è speso nelle strutture sanitarie e in quelle di sostegno alla persona”“Oggi ripartiamo grazie al sacrificio e al lavoro di donne e uomini che durante l’emergenza epidemiologica non si sono mai fermati - dice il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci -. Ogni operatore sanitario, ogni componente delle forze dell’ordine, ogni volontario ha contribuito alla nostra sicurezza, è stato la garanzia sulla quale abbiamo costruito la speranza di poter tornare a riappropriarci della vita di sempre. Oggi sta accadendo e lo celebriamo con la cultura, con la musica. Dedichiamo a queste donne e a questi uomini l’armonia e la leggerezza di una serata che ci riporta alla socialità e alla normalità”, conclude il sindaco di Taranto. Sulla rotonda del Lungomare è in allestimento in queste ore un grande palco previsti una serie di divieti di sosta e di circolazione nell’area interessata. 

Ultima modifica il Lunedì, 15 Giugno 2020 17:53