Mercoledì, 10 Giugno 2020 22:19

UNIVERSITÀ/ Dopo Medicina Taranto pensa a Farmacia In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dopo aver messo in cantiere il corso di laurea in Medicina e Chirurgia decentrato dall’Università di Bari (è di ieri pomeriggio il sopralluogo, col governatore regionale Michele Emiliano, alla sede individuata, l’ex Palazzo Banca d’Italia), il Comune di Taranto pensa anche all’istituzione di un corso di laurea in Farmacia. Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ha avuto un incontro con l’Ordine dei farmacisti di Taranto e il dipartimento di Farmacia dell’Università di Bari.

 

 Obiettivo, è stato quello di “sondare con gli organismi accademici la possibilità di avviare una collaborazione, all'interno del già esistente accordo di programma con l'Università Aldo Moro, volta all'istituzione di corsi stabili nel capoluogo già a partire dall'anno 2021/22”. “Procediamo spediti per fare crescere la presenza universitaria e le opportunità per i giovani a Taranto - ha dichiarato il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci  -. Taranto è ormai una piazza attrattiva e tanti studenti pugliesi potranno presto evitare di trasferirsi altrove. Un corso di Farmacia in città rappresenterebbe il giusto completamento di una filiera di eccellenza che parte dalla scuola di Medicina, passa per il nuovo ospedale San Cataldo e arriva ai progetti in seno al Contratto istituzionale Taranto, su tutti il Tecnopolo del Mediterraneo e il centro di ricerca degli enti governativi sulla medicina del lavoro”.