Martedì, 09 Giugno 2020 17:43

QUI TARANTO/ Oggi sopralluogo nella ex sede di Bankitalia, ora sede del corso di laurea in medicina e approvazione dello statuto dei Giochi del Mediterraneo 2026 In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

 “Nella storia di Taranto mai sono state realizzate tutte insieme tutte queste iniziative per il rilancio di una delle più belle città d’Italia e sicuramente della Puglia che in questo momento vive anche problematiche severe”. Lo ha detto oggi pomeriggio il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, visitando a Taranto l’immobile ex Banca d’Italia dove sarà allocata la sede del nuovo corso di laurea di Medicina e chirurgia dell’Università di Bari. Emiliano ha definito la visita al complesso, che sorge nel centro di Taranto, “una virtuale presa di possesso da parte della Regione Puglia e dell’Asl dell’immobile Banca d’Italia che la Regione Puglia ha acquisito per dare una sede alla facoltà di medicina di Taranto che stiamo rafforzando dopo l’avvio dell’anno scorso. Si tratta di un impegno che abbiamo preso insieme al sindaco di Taranto e assieme al rettore dell’Università di Bari”.

 

 Il sindaco, Rinaldo Melucci,ha parlato di  “progetti che hanno una complessità che mettono insieme con successo parti politiche ed amministrative. In quest’operazione - ha detto ancora a proposito della nuova sede di Medicina e chirurgia - noi recuperiamo e riqualifichiamo un bene importantissimo, pregiato, nel cuore di Taranto. Diamo un modo alla presenza universitaria di rafforzarsi e quindi di dare una grande prospettiva ai nostri giovani. In più in questa operazione complessa di trasferimento di fondi insieme alla Regione Puglia sul Contratto istituzionale di sviluppo Taranto, abbiamo dato copertura completa ai palazzi storici di città vecchia”. “Un’operazione - ha aggiunto Melucci - molto articolata quindi. Oggi abbiamo anche iniziato la road map per Taranto 2026, i Giochi del Mediterraneo, con il varo dello Statuto, e sarà tutta un’altra Taranto. In questi giorni va avanti il progetto per i Tamburi, quello delle linee Bus rapid transit. C’è da essere contenti perché ci aspettano anni di grande trasformazione nel verso della resilienza e della sostenibilità” ha concluso il sindaco di Taranto.Per il rettore dell’Università di Bari, Stefano Bronzini, a proposito della sede individuata per la facoltà di Medicina e chirurgia, “devo ringraziare Governo, Regione, Comune di Taranto e Asl. Finalmente quel Tavolo che avevamo promesso l’anno scorso, dopo un inizio con qualche inciampo, ha trovato la sua formula, la sua collocazione. Vedo per la prima volta questo locale - ha detto il rettore di Bari a proposito della ex sede Banca d’Italia - e devo dire che si appresta ad essere un buono start per tutti quanti”.