Domenica, 07 Giugno 2020 08:53

SVILUPPO/ Agromed affida progetto esecutivo su ex Miroglio a Investitalia In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Venerdì prossimo, in Prefettura a Taranto, prima della seduta del Tavolo istituzionale Taranto col sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Mario Turco, la società Agromed assegnerà alla società pubblica Investitalia l’incarico per la redazione del progetto esecutivo finalizzato all’utilizzo di una prima parte dell’ex stabilimento tessile Miroglio a Castellaneta (Taranto). Lo dichiara il presidente della società Agromed, Vincenzo Cesareo. Lo stabilimento ha 15mila metri quadrati coperti e 4 ettari di area circostante. “Compito della società Agromed, interamente partecipata dalla Camera di Commercio di Taranto - ha detto Cesareo -, non è il profitto ma mettere a sistema, valorizzandoli, i diversi fattori dell’agricoltura. Non vogliamo entrare in concorrenza con gli operatori, nè con gli esportatori, ma offrire loro, specialmente ai piccoli, un sostegno in più per quanto concerne logistica, esportazione, internazionalizzazione, lavorazione nel segmento della quarta e quinta gamma e shelf life dei prodotti”. 

Un esame delle prospettive e delle potenzialità di Agromed è stato fatto anche nell’incontro che il cda (col presidente Cesareo, i consiglieri Luca Lazzáro e Francesco De Filippis) ha avuto a Taranto col senatore Roberto Puglia, dell’M5S, della commissione Agricoltura. Il presidente di Agromed ha riepilogato il lavoro di questi mesi, dalla riprogrammazione dei fondi (circa 10 milioni) in sede Cipe, con l’intervento del sottosegretario Turco, al recente accordo in sede Mise col piano piano industriale che porterà a 28 occupati da assumere dal bacino ex Miroglio. “Ci sono però altre iniziative che stiamo vagliando - ha annunciato Cesareo - e tra queste l’istituzione di un Borsino telematico dell’arco ionico, per il quale ci sono già primi segnali di interesse da parte di operatori più orientati all’internazionalizzazione, e il ricorso al venture capital, utilizzando una parte delle risorse disponibili, per accedere a finanziamenti”. Cesareo ha inoltre specificato che Agromed potrebbe anche utilizzare parte delle celle frigorifere del Me.Ta., Mercato ortofrutticolo Taranto, e della piastra logistica portuale.

Letto 192 volte Ultima modifica il Domenica, 07 Giugno 2020 09:01