Lunedì, 01 Giugno 2020 11:41

SALE LA TENSIONE/ L’azienda vieta ai commissari Ilva di effettuare l’ispezione in ArcelorMittal prevista per oggi In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

ArcelorMittal non fa accedere al siderurgico di Taranto i commissari di Ilva in amministrazione straordinaria per l'ispezione programmata in fabbrica e annunciata con preavviso. Fonti qualificate dicono ad AGI che il direttore del personale di ArcelorMittal, Arturo Ferrucci, ha dichiarato che l'azienda "non era pronta" e che la presenza di un gruppo ispettivo di una quindicina di persone costituiva un problema "causa Covid.

 

L'ispezione - aggiungono - non é stata rinviata o riprogrammare ma non é proprio avvenuta". Le fonti dicono ad AGI che l'episodio sarà ora segnalato a Procura e Prefettura di Taranto cui sarà trasmesso  il verbale di mancato accesso in stabilimento. É evidente che l'accaduto segna un nuovo, pesante strappo tra ArcelorMittal e la gestione commissariale a pochissimi giorni dal nuovo confronto con Governo e sindacati sul nuovo piano industriale fissato per il 5 giugno. Era stato il prefetto di Taranto, dopo aver ricevuto i sindacati, a scrivere a custode giudiziario dell'area a caldo e a Ilva in as segnalando le carenze e le anomalie prospettate dai sindacalisti dei metalmeccanici. Di qui la decisione dei commissari Ilva di fare un'ispezione per accertare lo stato dei fatti nel siderurgico. 

Dopo aver vietato l'accesso ai commissari Ilva per l'ispezione di oggi in fabbrica a Taranto, ArcelorMittal si dice disponibile a riprogrammarla in altra data. "ArcelorMittal comunica che nella mattinata di oggi si sono presentati ai cancelli di Taranto i commissari straordinari dell’ex Ilva per effettuare una visita ispettiva", afferma l'azienda in una nota. "Come già ripetutamente comunicato ai medesimi commissari, oggi sarebbe stato impossibile svolgere l’ispezione richiesta in quanto gli uffici aziendali sono chiusi in concomitanza con la festa nazionale di domani 2 giugno". L'ispezione era stata comunque annunciata con preavviso di 5 giorni. "ArcelorMittal - si evidenzia - conferma la sua disponibilità - già più volte ribadita- a concordare una data successiva per svolgere le ispezioni commissariali"