Giovedì, 07 Maggio 2020 13:21

LA ROTTURA/ Rosalba De Giorgi “ lascio il Movimento perché non condivido la linea dei Cinque Stelle sull’ex Ilva” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Io vivo a Taranto - afferma -,una città dove in molti continuano a non perdonarmi di aver promesso qualcosa che probabilmente non si potrà mai realizzare, se non fra tanti anni e con il sacrificio di altre vite. Eppure di occasioni per risolvere la questione di uno stabilimento siderurgico che sta cadendo letteralmente “a pezzi” se ne sono avute. Taranto meritava da parte di questo Esecutivo, che vede il Movimento5Stelle forza di maggioranza, decisioni più coraggiose”. “Ancora adesso - afferma De Giorgi - non sono capace di spiegare, a chi me lo chiede, il motivo per cui non sia possibile replicare anche nella mia città l'accordo di programma che fu siglato per l'Ilva di Genova con la chiusura dell'area a caldo”. Per De Giorgi, “nemmeno in questo periodo di emergenza dovuto alla diffusione del Covid 19, in un Paese in cui è stato fermato praticamente tutto per difendere la salute dei cittadini, è stato possibile ottenere che la fabbrica operasse a regime ridotto al solo scopo di evitare che al suo interno si creasse un focolaio del virus. Per fortuna, non è accaduto nulla di grave, ma non possiamo sperare - sostiene - che la dea bendata sia sempre dalla nostra parte”. “Sia chiaro: la tutela dei posti di lavoro è sacrosanta, nessuno lo nega - dice De Giorgi -.Ma la salvaguardia dei cittadini di Taranto deve esserlo altrettanto. Questo si doveva garantire sin dall'inizio, ma nulla di quanto auspicato ha visto la luce, né io - conclude - sono stata messa nelle condizioni di realizzarlo”.