Mercoledì, 06 Maggio 2020 19:17

SVILUPPO/ Il Tavolo istituzionale per Taranto torna a riunirsi l’8 maggio In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 Il Tavolo istituzionale del Contratto di sviluppo è stato riconvocato in Prefettura a Taranto per la mattina dell’8 maggio. Ci saranno il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, con delega alla programmazione economica e agli investimenti, Mario Turco, il prefetto di Taranto, Demetrio Martino, Invitalia, Investitalia e le amministrazioni centrali. L’incontro avverrà in videoconferenza. Sarà una prosecuzione del confronto iniziato nelle scorse settimane dallo stesso sottosegretario Turco, volto ad accertare a che punto è in relazione il lavoro delle stazioni appaltanti pubbliche relativamente ai progetti inseriti nel Contratto di sviluppo per Taranto. Istituito con una legge nel 2015, il Contratto di sviluppo per Taranto si articola su circa un miliardo di risorse, tra vecchie riprogrammate e nuove stanziate, di cui a fine 2019 solo 300 milioni risultavano effettivamente spesi. Il Contratto interviene in materia di opere portuali, infrastrutture, riqualificazione urbana, recupero della città vecchia, bonifiche ambientali e potenziamento della sanità. Nelle ultime riunioni, in un focus specifico con l’Autorità portuale di Taranto, si è parlato dell’utilizzo, ai fini dell’approdo croceristico, della banchina della ex stazione torpediniere della Marina Militare nrl Mar Piccolo di Taranto e della possibilità che la stessa Authority, usando alcuni fondi nella sua disponibilità, dia vita nell’area portuale ad un laboratorio per il controllo delle merci del quale è attualmente sprovvista.