Lunedì, 04 Maggio 2020 14:26

FASE 2/ Persone in viaggio dal Nord verso il Sud, convogli pieni ma finora nessun assalto ai treni In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Con la Fase 2 scatta la possibilità di raggiungere le città di residenza per coloro che erano rimasti bloccati dal lockdown. E così, sono in molti, soprattutto studenti, coloro che hanno deciso di approfittare di questo primo giorno di "ripartenza", per raggiungere dal Nord le proprie famiglie nelle regioni del Sud del Paese. Convogli pieni, dunque, ma nessun assalto ai treni: nelle principali stazioni del Nord Italia la situazione è tranquilla.    Presidiatissima la stazione Centrale di Milano, dove stamattina erano previsti 3 treni diretti al Sud. Quello delle 7,10 ha provocato qualche coda per i controlli ma è poi partito con appena 4 minuti di ritardo: i passeggeri sono infatti arrivati per tempo, quasi tutti muniti di autocertificazione e il personale di polizia è stato molto spedito nell’effettuare le verifiche. In tutto 192 i passeggeri partiti. Oltre al controllo dell’autocertificazione e a quello del biglietto, ai varchi per i binari i volontari della Croce Rossa e dell’Esercito misurano la temperatura, mentre i poliziotti ricordano a chi viaggia le indicazioni del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che prevede un periodo di isolamento all’arrivo nella sua Regione, ma anche il divieto di tornare in Lombardia se non per motivi di urgenza o di lavoro stringenti. 

 

Situazione tranquilla anche nelle stazioni ferroviarie del capoluogo piemontese. Da Torino a Napoli sono previsti due Frecciarossa, uno è partito stamattina alle 8.40, l'altro partirà nel pomeriggio. Da Trenitalia fanno sapere che sui treni sono disponibili e prenotabili circa la metà dei posti, in modo tale da garantire il distanziamento. Sui Frecciarossa sono circa 250 i posti offerti su ciascun treno treno, con biglietti nominativi.    Nessun affollamento in stazione a Bologna, snodo di passaggio tra il Nord e il Sud del Paese. La situazione, nelle prime ore del mattino, è risultata tranquilla e sotto controllo. I posti nei treni ad alta velocità, diretti al Sud, che fanno scalo anche nel capoluogo emiliano sono esauriti. C’è da sottolineare, che i posti (tutti prenotati) disponibili a bordo sono stati dimezzati rispetto alla capienza ordinaria per mantenere il distanziamento tra i passeggeri. Nessuna ‘folla’ o clima di esodo sulle banchine o negli spazi aperti ai viaggiatori della stazione di Bologna.