Giovedì, 30 Aprile 2020 12:39

RIPARTENZE/ Comune di Taranto al lavoro per preparare la fase 2 In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Continua il lockdown ma nessuna nuova restrizione all’economia cittadina”. Gli esercenti delle attività si facciano però carico di vigilanza e controllo. Lo dichiara il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, precisando che l’ordinanza del 13 aprile scorso “non disciplina alcuni settori produttivi, nuovamente regolamentati in questi giorni dal Governo o dalla Regione Puglia”.

Il riferimento, per esempio, è alla possibilità di fornirsi di cibi da asporto o di fare la toelettatura agli animali domestici. L’ordinanza del 13 aprile resta quindi in vigore sino al 3 maggio ma è “prevalentemente orientata a limitare i casi di assembramento nei luoghi pubblici o di pertinenza comunale (per esempio, parchi, cimiteri, arenili, ecc.)”. Per questi luoghi, ci sarà sì la riapertura, ma non immediata in quanto si devono prima predisporre le misure in grado di consentire l’accesso in sicurezza. Infatti “l'Amministrazione comunale conferma che i suoi uffici tecnici sono attualmente al lavoro per predisporre le iniziative a valere da lunedì 4 maggio fino al successivo giorno 17 maggio”. In conseguenza della nuova ordinanza del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il Comune di Taranto dichiara quindi che “non intende introdurre ulteriori restrizioni all'economia della città, specie in considerazione del fatto che da giorni si registra l'assenza di nuovi contagi da Covid-19.

 

  In ogni caso - si precisa - resta fermo a carico dei titolari dei singoli esercizi il rispetto delle indicazioni dello stesso Governo e della Regione Puglia, tra cui quelle sulla distanza sociale e l'uso dei dpi”. Nel frattempo, il Comune sta vagliando la possibilità di aprire in via sperimentale il mercato settimanale di Talsano - borgata di Taranto limitatamente al settore agroalimentare. A tal proposito si spiega che le esigenze di organizzazione e controllo delle aree in ragione delle norme sanitarie, nonché la valutazione dei numeri di operatori esistenti nei vari mercati, hanno portato alla scelta di uno studio sull'area di Talsano. “Da giorni - dichiara  l’assessore alla Polizia locale, Gianni Cataldino - stiamo cercando di trovare le condizioni per poter positivamente rispondere alle richieste degli operatori e delle loro associazioni”.Stamattina, intanto, il prefetto di Taranto, Demetrio Martino, riunirà in video conferenza i sindaci del territorio per prepararsi alle fase 2. Confcommercio raccomanda infine ai sindaci l’adozione di misure anti crisi per il terziario.