Mercoledì, 29 Aprile 2020 07:21

CAUSA COVID19/ I sindacati e i consiglieri regionali “ i soldi della regionale 8 Talsano- Avetrana non si toccano” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 La salvaguardia dei finanziamenti postati per la costruzione della strada regionale 8 in provincia di Taranto, Talsano-Avetrana, finanziamenti che la Regione Puglia ha ora ricollocato sull’emergenza Covid 19, è stata chiesta dai sindacati Cgil, Cisl e Uil che, in video conferenza, si sono confrontati con i consiglieri regionali Puglia della provincia di Taranto e con l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Cosimo Borraccino.“Le preoccupazioni - hanno spiegato le confederazioni - traggono fondamento dalla decisione assunta dalla Regione Puglia” che l’8 aprile ha costituito “un fondo di 450 milioni di euro da destinare al sostegno delle imprese in crisi a causa dell’emergenza epidemiologica Covid 19”. Questo, hanno detto i sindacati, “rimodulando le risorse del Por Puglia 2014-2020, Fondi di Sviluppo e Coesione, Patto per la Puglia” e usando a tale scopo parte dei fondi inizialmente assegnati alla regionale 8. Per i sindacati, “gli atti che si sostanziano nell’avvio delle procedure di gara, devono essere espletati entro il 31 dicembre 2021. L’opera, pur progettata nel 1988, è stata finanziata solo nel 2016 attraverso le risorse del Patto per la Puglia con una dotazione finanziaria di 192 milioni di euro - hanno evidenziato i sindacati -. La progettazione finale è stata redatta nel rispetto delle prescrizioni in materia ambientale e paesaggistica”. I sindacati affermano che sia l’assessore allo Sviluppo economico, che tutti i consiglieri regionali, “hanno condiviso il valore strategico dell’opera nell’ambito delle politiche di sviluppo dell’intero territorio regionale, ribadendo la sua importanza non solo quale infrastruttura a supporto dell’asset turistico, ma anche per la capacità di assorbimento, in sicurezza, dei volumi di traffico che interessano l’intera l’area orientale e che sono diretti verso il Salento”. Da parte degli esponenti regionali, “assicurato l’impegno nel sostenere  la continuità del progetto viario, che va accelerato negli iter procedurali, sino alla sua completa definizione”. Consiglieri e assessore, rilevano i sindacati, hanno espresso “la netta e totale contrarietà ad ogni proposito anche di definanziamento parziale dell’opera”. Annunciata una mozione congiunta verso la giunta regionale pugliese. E il consigliere regionale Puglia Francesca Franzoso , di Forza Italia, ha lanciato infine la proposta di una mail da inviare al ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano, in cui si chiede l’alt al definanziamento dell’infrastruttura, ma anche per la strada regionale 8, “l’esportazione del modello ponte Morandi di Genova. È un risultato - ha detto Franzoso - che possiamo ottenere, se tutti insieme uniamo le forze".