Mercoledì, 01 Aprile 2020 13:23

CORONAVIRUS/ Il sindaco di Taranto “adesso non bisogna cedere di un millimetro” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Adesso non dobbiamo cedere di un millimetro difronte al coronavirus”. Lo dice il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, contro possibili allentamenti della stretta e delle prescrizioni. "I dati di ieri - afferma il sindaco - parlavano di 38 casi accertati a Taranto città, ma medici e scienziati ogni giorni ci dicono che tanta gente può essere asintomatica; ciò significa che è positiva  e non lo sa. Non lo sa, ma può contagiare. Per questo torno a dirvi - afferma Melucci - che non intendo mandare messaggi diversi da quelli fino ad oggi veicolati a parole e con ordinanze molto restrittive anche rispetto ai Dpcm”.“Il governo - aggiunge il sindaco di Taranto - deve probabilmente cercare di tenere botta circa le migliaia di attività produttive che rischiano fortemente di essere compromesse nella loro economia dal virus, ma io torno a dire che jogging e passeggiate all’aperto devono essere bandite nel primo caso e ridotte al minimo indispensabile nel secondo”. “Non cediamo adesso - raccomanda il sindaco di Taranto -. Faremo in modo di aiutare le nostre piccole, medie e grandi imprese e torneremo a fare attività motoria all’aperto quando questo coronavirus ce lo saremo messo alle spalle. Saremo tutti provati, certo, ma vivi e pronti a ripartire”. “Non possiamo rischiare la salute e intasare ospedali che potrebbero così non essere in grado di curarci” conclude il sindaco di Taranto.