Venerdì, 27 Marzo 2020 08:36

CORONAVIRUS/ Quarto caso a Martina Franca “è un nostro concittadino già ricoverato al Moscati” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Salgono a quattro i casi di coronavirus a Martina Franca e sono tutti ricoverati all’ospedale  Moscati di Taranto. Lo ha annunciato ieri  il sindaco di Martina Franca, Franco Ancona, in una giornata in cui, da quando è scoppiata l’emergenza Covid-19, la provincia di Taranto ha registrato il più alto numero di casi, ben 17 - quando invece sinora è stata molto al di sotto -, portando così il numero complessivo a 74 sui 1.182 totali dell’intera Puglia. Allo stato, comunque, la provincia di Taranto resta ultima per numero di casi registrati tra le sei pugliesi. 

   Circa il quarto, nuovo caso di Martina Franca, il sindaco Ancona spiega: “Si tratta di un concittadino già ricoverato al Moscati di Taranto dal 15 marzo scorso. Il paziente è stato sottoposto, in quella data, ad una prima valutazione nelle tende, messe a disposizione dall'Aeronautica militare, che consentono un pre-triage senza entrare in ospedale poiché posizionate dinanzi al nosocomio”. 

 

Trasferito al Moscati - prosegue il sindaco - è stato sottoposto a diversi tamponi con esito negativo e, dopo una ulteriore e approfondita valutazione da parte dei medici, è risultato positivo nelle giornata odierna. Essendo già in isolamento da diversi giorni, le persone che devono cautelarsi sono coloro che lo hanno incontrato nei quattro giorni precedenti al 15 e che comunque il Dipartimento di Prevenzione della Asl sta allertando in queste ore. Al concittadino e alla sua famiglia - conclude il sindaco - va la nostra vicinanza con l'augurio di guarire presto”. 

   E Martina Franca ieri mattina  è stata segnata anche dall’incendio doloso di due ambulanze parcheggiate in via Giolitti, a poca distanza l’una dall’altra, di proprietà della Confraternita delle Misericordie. Per il sindaco Ancona, “in un momento storico in cui la popolazione sta combattendo una guerra che necessita di tutti i presidi sanitari disponibili, appiccare un incendio è un atto criminale perpetrato da persone di inqualificabile crudeltà. Speriamo presto di avere notizie sulla loro individuazione. Siamo solidali con i volontari della Misericordia”. Nel frattempo il sindaco di Martina Franca annuncia che la società di calcio “Atletico Martina” si è fatta carico di pagare una ambulanza già nelle disponibilità della Misericordia dalle 13.30 di ieri.