Sabato, 21 Marzo 2020 07:15

CORONAVIRUS/ Primo caso positivo a Martina Franca. Ieri al via la consegna a domicilio di mascherine da parte dei volontari della Protezione civile In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Primo caso positivo al coronavirus anche a Martina Franca. Lo annunciato ieri sera il Comune del Tarantino, precisando che il direttore sanitario del presidio ospedaliero Valle d’Itria, Gianfranco Malagnino, ha comunicato al sindaco Franco Ancona che dei due tamponi effettuati, uno è risultato positivo. Per il paziente sono state attivate le procedure previste dal dipartimento di Prevenzione Asl Taranto “al fine di individuare i contatti avuti dal paziente nei giorni scorsi”.

   E  ieri, anche per i contagi che si sono riscontrati nell’ospedale San Pio di Castellaneta, i casi di coronavirus nel Tarantino, secondo i dati della Regione Puglia, sono saliti a 33 dall’inizio dell’epidemia, 10 casi soltanto ieri. 

Intanto sempre Comune di Martina Franca (Taranto) è partita ieri la distribuzione delle mascherine a domicilio contro il coronavirus. Lo annuncia il sindaco Franco Ancona. I volontari di Protezione Civile, in divisa e con tesserino rilasciato dal Comune, hanno iniziato nel pomeriggio la distribuzione domiciliare partendo dalle zone Carmine e Montetullio. Da domani - si annuncia - saranno raggiunte le altre zone della città e i punti commerciali di maggiore affluenza di persone. Contestualmente è partita la distribuzione nell’agro di Martina Franca, consegnando le mascherine nei punti commerciali aperti ai sensi del Dpcm dell’11 marzo scorso. Viene comunicato che le forniture in corso verranno reintegrate nei prossimi giorni, “e si invitano i cittadini prenderne una per famiglia, a non creare assembramenti durante il ritiro e a mantenere la distanza di sicurezza di un metro gli uni dagli altri.

   “E’ importante ricordare - afferma il Comune di Martina Franca - che non si tratta di un Dispositivo di Protezione Individuale (Dpi) ma di una mascherina di cotone lavabile (si consiglia di lavarla al primo utilizzo) da indossare quando si esce di casa che può ridurre la diffusione del contagio pur essendo priva di marcatura CE”. “Avere in dotazione la mascherina non vi deve autorizzare ad uscire se non per vera necessità - ha dichiarato il sindaco Ancona - Mi rivolgo a tutti i cittadini, ma soprattutto ai nostri anziani: moltissimi negozianti si sono organizzati per portarvi a casa la spesa, sul sito del Comune è disponibile l’elenco delle attività che forniscono questo servizio. Dobbiamo, tutti, restare a casa perché è l’unico modo che abbiamo per contenere i contagi”.

(foto di Giampiero Santoro)