Mercoledì, 18 Marzo 2020 16:11

CORONAVIRUS/ Il sindaco Quarto rende noto secondo caso a Massafra. Attivato conto corrente per fronteggiare l’emergenza In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“L’ufficio igiene e sanità pubblica dell’Asl mi ha comunicato che nella nostra città, Massafra, abbiamo il secondo caso di Covid 19. Si tratta di una persona che con ogni probabilità ha contratto questo contagio fiori Massafra durante le ore di lavoro. È persona che risiede a Massafra,  ma che avrebbe contratto il virus durante il suo lavoro svolto fuori Massafra”. Lo ha dichiarato il sindaco di Massafra, Fabrizio Quarto, con un video alla cittadinanza.

 

“Questa persona da qualche giorno è in isolamento domestico nel suo appartamento - ha detto il sindaco -. Sono state attivate nei suoi confronti le precauzioni ed attivata la profilassi prevista dall’Asl. Aggiungo che su richiesta che su alcuni cittadini stiamo attivando un servizio per contribuire ad affrontare l’emergenza Coronavirus. Abbiamo attivato un conto corrente postale dove potranno essere fatte da chi vorrà delle donazioni per fronteggiare l’emergenza. È una iniziativa che sento mia ma che mi è stata sollecitata da alcuni concittadini. Sui siti istituzionali - ha spiegato il sindaco di Massafra - troverete tutti i riferimenti, tutte le indicazioni, e le somme andranno su un apposito capitolo denominato emergenza Covid 19. Garantirò la massima trasparenza su quanto riceverà il Comune e sull’uso che ne farà, che sarà tassativamente dedicato”. A Massafra giorni fa era stato riscontrato un caso di Coronavirus in un dipendente di un’azienda della città, dipendente che però vive a Taranto e che è ancora ricoverato nell’ospedale Moscati del capoluogo ionico. Il sindaco di Massafra ha nuovamente invitato i cittadini a fare la spesa “ogni tre quattro giorni, non è corretto - ha affermato - uscire di casa per fare una spesa contenuta. Lo dobbiamo anche per rispetto d8 coloro che sono in trincea per favorire il contenimento del contagio. Implementeremo sanzioni e controlli”.