Venerdì, 13 Marzo 2020 08:42

CORONAVIRUS/ Anche il sindaco D’Alò sollecita l’apertura dell’ospedale di Grottaglie per fronteggiare l’emergenza In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

“Considerata la necessità di far fronte ad eventuali emergenze che si potrebbero verificare nel territorio a seguito del contagio da COVID-19 chiedo, in deroga dal decreto ministeriale n. 70 del 2015, la riapertura dell’ospedale  “San Marco” di Grottaglie in considerazione del fatto che attualmente è l’unica struttura della provincia di Taranto che nel breve tempo potrebbe essere di supporto all’ospedale  Santissima Annunziata di Taranto”. È la richiesta che il sindaco di Grottaglie, Ciro D’Alò, ha inoltrato oggi al premier Giuseppe Conte, al ministro della Salute, Roberto Speranza, al commissario straordinario Domenico Arcuri e al presidente della regione Puglia, Michele Emiliano. “In qualità di sindaco e di autorità sanitaria locale - afferma D’Alò - non posso non mostrare preoccupazione per la mia comunità ma in generale per la provincia di Taranto che, con l'evolversi della situazione epidemiologica, potrebbe portare il nostro sistema sanitario provinciale al collasso”. Per il sindaco di Grottaglie, “in Italia i contagi che si stanno registrando vedono un incremento del 24,3% in 24 ore. Questa angosciante situazione, in considerazione anche della dichiarazione da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità della pandemia, porterà inevitabilmente un enorme calo del livello di assistenza che in provincia di Taranto - conclude D’Alò - non può essere assolutamente accettata in considerazione anche dell'elevata percentuale dei pazienti oncologici e delle problematiche legate alla salute”.