Giovedì, 12 Marzo 2020 21:50

CORONAVIRUS/ L’ex parlamentare Vico “perché i due pazienti positivi erano ricoverati in Medicina al SSAnnunziata ?” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 “Come mai gli ultimi due nuovi casi (pazienti di Massafra e Torricella) colpiti da “sindrome di respirazione acuta” (Covid-19) erano ricoverati al reparto di Medicina del Santissima Annunziata e solo (molto) successivamente trasferiti al Moscati, dipartimento di Malattie infettive?” È la domanda che l’ex deputato Pd Ludovico Vico rivolge all’Asl Taranto in materia di coronavirus. 

 

Sapendo che la lotta al contagio la si sta facendo con il decreto governativo #iorestoacasa, che prevede la chiusura degli ambulatori ospedalieri, la sospensione degli interventi programmati chirurgici ed il rispetto di una procedura ineccepibile per l’eventuale ricovero di una persona sospetta di contagio, come si è arrivati ad una situazione di tale gravità?”, domanda ancora l’ex parlamentare Dem. E inoltre “che cosa è successo per arrivare alla sanificazione del reparto di medicina del SS.Annunziata e la conseguente messa in quarantena del personale medico, infermieristico ed ausiliario, nonché dei 56 pazienti (30 donne e 26 uomini) ricoverati?”.

   Vico avanza tre richieste ad Asl Taranto, conferenza dei sindaci di Taranto e Regione Puglia. In primo luogo, chiede “quale è il Piano di prevenzione e a che punto è lo stato di intervento sanitario nella provincia di Taranto per contrastare il contagio Covid-19?”. Inoltre “quanti sono i posti letto, già disponibili, per la Terapia intensiva? Perché  non riapre Castellaneta a seguito degli impegni che la Asl ha assunto alcuni mesi fa con le associazioni e i cittadini della zona occidentale?”. E infine "perché non riaprire il Pronto Soccorso del Moscati di Taranto e del San Marco di Grottaglie e rendere operativa l’unica struttura moderna disponibile del presidio di Mottola?”. (agi)