Lunedì, 03 Febbraio 2020 22:35

QUI PORTO DI TARANTO/ Sergio Prete “in primavera al via la piattaforma logistica” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“L’inaugurazione dell’ampliamento del quarto sporgente è importante perché arricchisce le opere del porto di Taranto e perché offre la possibilità alle imprese di ulteriori spazi su cui lavorare”. Lo ha detto il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ionio, Sergio Prete, a margine dell’inaugurazione avvenuta nel pomeriggio, presente il ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli e il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. “Al di là della sistemazione del terminal, che sarà gestito in concessione da operatori internazionali, questa è destinata a restare come banchina pubblica, quindi a servizio di tutte le imprese, ed è una opportunità di crescita per i volumi del porto” ha aggiunto Prete.

 

 “Abbiamo dovuto sospendere i lavori degli ultimi 80 metri a causa di una gru pericolante sullo sporgente Ilva, ma in ogni caso, entro fine aprile, saranno completati i lavori della darsena qui collegata - ha aggiunto Prete -. Entro fine aprile avremo tutta l’infrastruttura pronta ma questa la metteremo in esercizio già nei prossimi giorni”. Circa la piattaforma logistica, già inaugurata tempo addietro dall’allora ministro Graziano Delrio, Prete ha osservato “che partirà in concomitanza con i lavori della darsena, quindi fine aprile- primi di maggio, e la partenza soprattutto del terminal container. Il presidente di Yilport,  presente alla cerimonia - ha detto ancora Prete riferendosi al gruppo turco concessionario del molo polisettoriale e in partnership con i cinesi di Cosco -, ha confermato che aprile sarà il mese di partenza della prima operatività del terminal container. È evidente che la piattaforma senza la movimentazione del terminal, non aveva le merci per funzionare, e quindi in primavera, all’inizio dell’estate, avremo la operatività delle infrastrutture più importanti”. Prete ha chiarito che il pescaggio del quarto sporgente come profondità é di 12 metri, che non sono una profondità particolarmente elevata per le grandi navi ma gli spazi sono perfettamente idonei per le navi feeder e per i traghetti che sono le navi - ha concluso Prete - che serviranno prevalentemente la movimentazione della piattaforma logistica”.