Venerdì, 31 Gennaio 2020 11:44

ULTIMORA/ Coronavirus, il Consiglio dei ministri decreta lo stato di emergenza In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 Il  Consiglio dei ministri ha decretato lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili. Lo ha confermato il ministro Giuseppe Provenzano al termine del Cdm. Il nuovo coronavirus, come tutti quelli umani, si trasmette da una persona infetta a un'altra attraverso la saliva; tossendo e starnutendo; con contatti diretti personali (come toccare o stringere la mano e portarla alle mucose); toccando prima un oggetto o una superficie contaminati dal virus e poi portandosi le mani (non ancora lavate) sulla bocca, sul naso o sugli occhi; e raramente con contaminazione fecale. E' quindi possibile ridurre il rischio di infezione, proteggendo se stessi e gli altri, seguendo alcuni accorgimenti: lavarsi spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi o con soluzioni alcoliche; starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso; utilizzare una mascherina e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l'uso; evitare di toccare gli occhi, il naso o la bocca con mani non lavate; evitare contatti ravvicinati con persone che sono malate o che mostrino sintomi di malattie respiratorie (come tosse e starnuti); rimanere a casa se si hanno sintomi. Anche se per il nuovo coronavirus non sono emerse evidenze di contagio tramite pratiche alimentari, si consigliano comunque alcune buone norme già previste per la protezione di altri coronavirus noti, come evitare carne cruda o poco cotta, frutta o verdura non lavate e le bevande non imbottigliate. E' bene infine pulire e disinfettare oggetti e superfici che possono essere state contaminate.