Giovedì, 30 Gennaio 2020 09:48

CASO NEL TARANTINO/ Il ministro Spadafora “una vergogna quelle offese sessiste alla giovane arbitro” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Ancora offese sessiste ai danni di una ragazza arbitro di 16 anni - è quanto si legge in un post pubblicato su facebook dal ministro dello sport e delle politiche giovanili Vincenzo Spadafora -Stavolta è accaduto in un campetto di periferia nella provincia di Taranto: le offese non sono arrivate dai giovanissimi calciatori che disputavano la gara, bensì dai genitori presenti sugli spalti.

Oltre a dare la mia solidarietà alla ragazza, voglio condannare fortemente questa ennesima vergogna, anche e soprattutto perché proviene proprio da chi dovrebbe educare e dare il buon esempio. 

Dal canto mio sarò - scrive il ministro- sempre pronto a denunciare questi episodi, da quelli che avvengono nei palcoscenici di Serie A a quelli che accadono lontano dai riflettori, nei campetti di periferia. Proprio dove più forte dovrebbe essere il lato educativo e valoriale dello sport.

Non è la prima volta. Un altro episodio sessista a settembre quando in un locale di Taranto 

Sono state distribuite bustine di zucchero con la scritta “ che belle gambe: a che ora aprono?” Fatto che fu denunciato dall’associazione Donna A Sud”.