Sabato, 11 Gennaio 2020 15:01

RIFIUTI/ A Taranto avanza fase start up per differenziata nei rioni Tamburi, Lido Azzurro e Paolo VI In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Avanza a Taranto la fase di start up del nuovo servizio di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. Interessate nuove aree del territorio urbano. Le utenze dei rioni Tamburi, Lido Azzurro e Paolo VI - quartieri che mettono insieme una popolazione di 40mila persone circa - stanno ricevendo la visita degli operatori incaricati della consegna a domicilio di pattumelle e carrellati che sono identificabili attraverso cartellini di riconoscimento marchiati “Kyma Ambiente – Amiu”. Quest’ultima è l’azienda pubblica per l’igiene urbana controllata dal Comune di Taranto. Azienda che precisa che “in nessun caso” gli operatori “sono autorizzati a richiedere somme di denaro agli utenti poiché i kit vengono forniti loro in comodato d’uso gratuito”.

 

Gli utenti che abitano in villette, appartamenti singoli o condomini fino a 5 interni - si specifica - riceveranno 4 pattumelle di colore diverso (marrone, verde, giallo e grigio). Nei condomini più grandi, invece, saranno distribuiti 4 carrellati più capienti a disposizione di tutti gli inquilini e non le pattumelle per ogni singolo utente. Senza alcuna distinzione, tutti riceveranno un piccolo contenitore “sottolavello” destinato all’organico, buste e materiale informativo. Per l’azienda pubblica dell’igiene urbana di Taranto, “in questa fase è necessaria la collaborazione di tutti, affinché si possa giungere al traguardo del 3 febbraio, data individuata per l’avvio del nuovo servizio, con la totale copertura della distribuzione nelle zone interessate. In tal senso, gli operatori stanno lasciando un avviso agli utenti non presenti in casa per sollecitare il ritiro del kit nel punto di distribuzione. Un appello particolare, inoltre - si evidenzia -, viene effettuato nei confronti degli amministratori dei condominio, soprattutto di quelli dove non è stato possibile individuarli: sono invitati a contattare gli addetti alla distribuzione affinché si possano perfezionare le operazioni di registrazione dei materiali”. “Kyma Ambiente-Amiu” Taranto dichiara che ogni kit, che si tratti di pattumelle o carrellati, viene infatti associato tramite software alle utenze. Nel caso dei grandi condomini, l’associazione viene effettuata con l’amministratore. “Questo perché - si specifica - il materiale viene affidato alle cure degli utenti, come detto in comodato d’uso gratuito, e sin dal momento della consegna saranno loro a preoccuparsi della custodia all’interno delle proprietà private o delle pertinenze condominiali”. La distribuzione sta interessando anche le utenze non domestiche dei quartieri obiettivo dello start up e anche i grandi condomini e le utenze non domestiche di Talsano, Lama e San Vito, borgate di Taranto densamente abitate, dove il servizio è già attivo e sarà rimodulato dal 3 febbraio, affinché diventi uniforme.