Lunedì, 13 Febbraio 2017 19:05

L'INIZIATIVA - L'allegria e l'ambiente in un carrello. Al centro commerciale Mongolfiera ritorna il concorso tra le scuole In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Carnevale è tornato e come ogni anno al Centro Commerciale Mongolfiera torna “Carrelli Allegorici Ecologici”. 

Arrivata alla settima edizione, l’iniziativa ha come tema quest’anno Taranto città della Magna Grecia ed è rivolta alle scuole elementari e dell’infanzia di Taranto e provincia. 

“Mongolfiera, che quest’anno si avvale della collaborazione dell’agenzia Pierre Animazione di Piero Romanazzi, ha messo  a disposizione delle scuole un carrello della spesa, che è stato decorato dai bambini utilizzando materiali di riciclo – spiega Stefano D’Errico, direttore Mongolfiera Taranto -. 

A partire da domani, 14 febbraio e fino al 28 febbraio, le opere saranno esposte in galleria. Martedì grasso (il 28 febbraio) durante il Gran galà di Carnevale avverrà la premiazione del carrello più votato”. 

Tutte le scuole presenti (Istituto XII Sandro Pertini di Taranto, Istituto Comprensivo XXV Luglio Bettolo Di Taranto, Istituto Giovanni XXIII Di Sava, Istituto Comprensivo Sciascia Di Talsano, “Gli Amici Di Mammolo” Di Talsano, Scuola Walt Disney Di San Giorgio Jonico, Scuola Primaria Falcone Di Taranto) saranno premiate per la partecipazione con dei Kit Didattici. 

Come votare i carrelli allegorici? Da domani, sulla pagina Facebook Mongolfiera Taranto, saranno esposte le foto dei carrelli partecipanti che potranno essere votate sino al 27 febbraio col meccanismo degli “I Like”. La foto del carrello più votato sarà affisso su tutti gli impianti 100x140 del Centro Commerciale per una settimana.

Il 28 febbraio, martedì grasso a partire dalle 17.30, nell’ambito di una grande festa con clown e artisti circensi, i carrelli sfileranno accompagnati dai bambini autori dei lavori, insegnanti e famiglie.

“Questa iniziativa si propone non solo come momento di sano divertimento, ma anche di attenzione alla salvaguardia ambientale e di aggregazione delle scuole al territorio, oltre che recupero della memoria storica – va avanti D’Errico -. Un vero e proprio eco-evento che si conferma di grande successo e attrattività, ricco di quell’energia positiva che solo il Carnevale riesce a trasmettere”.