Venerdì, 30 Dicembre 2016 05:38

MASSAFRA/ PROTESTANO I COMMERCIANTI PER LA CHIUSURA AL TRAFFICO DELLA CENTRALISSIMA VIA ROMA. In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

PRESA DI POSIZIONE DELLA CONFCOMMERCIO. SOTTO ACCUSA IL PROVVEDIMENTO DEL COMUNE.

 

Silenzio assordante, pochissime persone per strada, volti nascosti da baveri e cappelli  tirati su  per difendersi dal freddo, negozi vuoti, commercianti sugli usci nei negozi. Ore 19.00 di un 28 dicembre. Si  presenta così corso Roma, il cuore del centro cittadino di Massafra, in una serata  nel pieno delle festività natalizie.

Una ordinanza sindacale di pedonalizzazione del tratto stradale del centralissimo  corso,  emessa il 21 dicembre, a quattro  giorni dal Natale, ha trasformato il centro cittadino in un’area urbana spettrale.

I commercianti, giustamente indispettiti dalla mancata comunicazione da parte della Amministrazione per la improvvisa introduzione della ZTL (dal 22 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017), giovedì scorso  hanno inscenato una manifestazione di protesta, spegnendo le insegne dei negozi.

L’Amministrazione, per tutta risposta, si è limitata a variare l’orario di inizio della interdizione al traffico nel corso,  spostando la fascia oraria dalle 17.30 alle 18.30. Una variazione che non ha spostato l’asticella del  male umore dei commercianti di via Roma, che comunque si vedono  relegati  in un isola-recinto  che obiettivamente non è facile da raggiungere e che scoraggia gli avventori delle attività commerciali,  non essendovi tutto intorno aree parcheggio ove lasciare l’auto per raggiungere a piedi la zona pedonale.  

Interdire al traffico un’area cittadina, soprattutto se si tratta di una zona  ad alta densità  commerciale, è un atto di  responsabilità di non poco conto che non può essere assunto su due piedi senza aver prima consultato le rappresentanze delle categorie.

“ Si tratta di una decisione che- afferma Angelo Melone, presidente della delegazione Confcommercio-  comporta delle conseguenze e che dalla Amministrazione non può  essere assunto in autonomia, senza aver prima attentamente vagliato i pro e i contro e aver ascoltato  le necessità e le esigenze dei portatori di interessi,  comprese quelle dei residenti della zona che sino alle 22,00 non possono percorrere in auto gli attraversamenti perpendicolari al corso Roma. La introduzione di una ZTL comporta cambiamenti nelle abitudini cittadine e nei comportamenti della utenza che vanno comunicati per tempo alla cittadinanza e sperimentati non certamente in un periodo particolare come è quello delle festività natalizie.

E’ infine – conclude Melone-  un atto di grave miopia politica procedere secondo una modalità che presume una non conoscenza del tessuto sociale ed economico del territorio, ed un approccio alle problematiche del commercio molto lontano dalle dinamiche alle quali si ispirano  i distretti urbani del commercio di prossima emanazione. Noi non siamo aprioristicamente contrari alla ZTL, ma riteniamo che questo come provvedimento,  come tutti quelli che attengono le aree urbane del commercio,  necessitino di un percorso di confronto tra l’Amministrazione comunale  e gli operatori delle attività commerciali dell’area.”

Letto 2169 volte