Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Giornalista1
E' finita 0-0 la prima partita di campionato del Taranto Calcio della stagione 2013-2014 giocata allo Stadio Iacovone domenica 1 settembre contro il Real Vico che è riuscita ad imporre il pareggio dopo 90 minuti in cui la squadra rossoblù guidata da Maiuri ha cercato in tutti i modi il gol del vantaggio. Dopo la bella prova della squadra ionica in Coppa Italia contro il Real Metapontino, vinta per 2-0, il Taranto si deve accontentare di un punto che comunque fa classifica. "Peccato" è stato il commento laconico del Presidente Fabrizio Nardoni al termine della gara. Peccato soprattutto per non aver messo nella porta avversaria due rigori, uno tirato fuori e l'altro parato dal portiere campano. Un buon avvio invece per il Real Città di Vico Equense, squadra guidata dal giovane tecnico Vincenzo Di Maio, che ha confermato che le squadre campane sono sempre avversarie difficili. Il prossimo impegno del Taranto è in trasferta. La prossima domenica 8 settembre è infatti in programma Manfredonia-Taranto. L'altra squadra ionica, il Grottaglie se la dovrà vedere con il San Severo.
Mentre domani il commissario straordinario dell'Ilva, Enrico Bondi, incontrerà a Roma i sindacati nazionali e locali di categoria per fare il punto sulla situazione dello stabilimento siderurgico tarantino, appuntamento alle 11.30 nella sede di Federmeccanica, nella giornata di oggi, su disposizione della Procura di Taranto, si legge su facebook, la Guardia di Finanza ha sequestrato nella sede del Ministero dell'Ambiente, la documentazione AIA 2011 dell'ILVA di Taranto. Una Procura quella di Taranto che non si ferma davanti a niente e che mostra i muscoli nonostante i provvedimenti di legge che hanno cambiato molte cose rispetto esattamente ad un anno fa quando scattarono gli arresti dei massimi responsabili dello stabilimento siderurgico più grande d'Europa. Intanto l'Arcivescovo di Taranto dichiara "no salute contro lavoro".
Sul sito di PeaceLink si legge che l'Associazione presieduta da Alessandro Marescotti, e' entrata in possesso dei dati attuali degli ammalati della citta' Taranto: sono 8916. Tante risultano le persone che hanno l'esenzione dal ticket per malattie tumorali, ossia il "codice 048". Nel distretto sanitario 3, che comprende i quartieri più vicini all'area industriale (quartiere Tamburi, Paolo VI, Citta' Vecchia e parte del Borgo), c'e' un malato di cancro ogni 18 abitanti. Per la precisione 4328 malati su 78mila abitanti. Questo significa che se venti persone si riuniscono in una stanza nel quartiere Tamburi almeno una ha un tumore. Nei restanti quartieri, quelli più lontani dalle industrie, c'e' un malato di cancro ogni 26. Infatti nel distretto sanitario 4 che comprende il resto della citta' vi sono 4588 malati di tumore su 120mila abitanti. Questa e' situazione attuale. Ovviamente tali dati non possono calcolare tutti coloro che potrebbero avere un tumore latente o non diagnosticato. Il sindaco di Taranto - che e' un medico - avrebbe potuto compiere questa ricerca. Perche' non lo ha fatto? Facciamo appello all'ordine dei medici perche' venga compiuto un opportuno approfondimento su questi dati in modo da individuate le categorie di persone più esposte. E' venuto i momento di avere dati istantanei su tutte le malattie gravi, le diagnosi e i ricoveri. Disporre di un dato istantaneo e conoscerne la sua evoluzione temporale e' un primo passo per compiere ulteriori indagini più affinate da un punto di vista epidemiologico. Avere un situazione aggiornata e' possibile con i sistemi informatici in rete. Occorre in particolare conoscere il dato aggiornato della mortalita' quartiere per quartiere, in modo che la magistratura possa intervenire li' dove le autorita' politico-amministrative non lo facessero. Purtroppo invece conosciamo solo dati vecchi di anni e i politici di governo ripetono come un mantra che la situazione sta migliorando. Se avessimo dati istantanei non si potrebbe più ignorare il dolore che la citta' vive. Alessandro Marescotti Presidente di PeaceLink www.peacelink.it
Da inviare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Politicamente patetico. Non troviamo altro aggettivo per qualificare la nota di un noto esponente del PD jonico, con la quale si attacca il Commissario Governativo per le opere al porto e Presidente dell’Autorità Portuale, Sergio Prete, sul cronoprogramma dei lavori. A Sergio Prete va la nostra solidarietà politica e il nostro “grazie” per gli sforzi che sta profondendo per riuscire a “recuperare” anni e anni di ritardi e inefficienze, l’unico ad essere prodigiosamente riuscito a liberare la banchina del Molo polisettoriale, risolvendo dopo oltre 15 anni uno dei principali problemi e, soprattutto, riuscendo – giustamente e legittimamente – a non penalizzare nessuno degli operatori portuali. Politicamente non possiamo non chiedere al PD Jonico: come mai negli ultimi anni non abbia scritto una riga sui gravi ritardi causati dai dirigenti del proprio partito che, a Taranto come a Bari, nulla hanno fatto per rilanciare la portualità tarantina? Gli uomini del PD jonico, infatti, hanno gestito per anni e anni il distripark jonico senza realizzare nulla, quel distripark che altri uomini del PD tarantino facevano poi definanziare a Bari alla Regione Puglia, a tutto vantaggio della portualità barese al cui sviluppo il bilancio regionale destinava invece risorse sempre maggiori. Gli stessi uomini del PD jonico che alla Regione Puglia hanno fatto finanziare dal CIPE la realizzazione di un grande aeroporto merci sull’aeroporto di Bari Palese, un’opera che andrà a fare concorrenza all’aeroporto di Grottaglie che, gestito da manager nominati dalla Regione Puglia, non solo non vede voli passeggeri, ma continua a non vedere realizzate le infrastrutture per la sua trasformazione in aeroporto cargo! Un tempo c’era chi, anche nel PD jonico, a Roma difendeva gli interessi della portualità tarantina: parliamo di Ludovico Vico protagonista, insieme al mai troppo compianto Pietro Franzoso, di battaglie in Parlamento e al CIPE per fare arrivare a Taranto centinaia e centinaia di milioni di euro per le opere portuali, proprio quei fondi che oggi gestisce il Commissario straordinario Sergio Prete! Se proprio il PD locale vuole occuparsi di trasporti, vada a Bari in Regione Puglia a chiedere ai propri dirigenti come mai nulla è stato fatto da anni per trasformare l’aeroporto di Grottaglie, chieda come mai i collegamenti ferroviari per Taranto languiscano, chieda come mai la Regione Puglia da anni sostenga in tutti i modi lo sviluppo della portualità barese, anche definanziando il distripark tarantino. Ma stia attento: magari a Bari gli diranno che tutte queste cose sono state concordate con gli uomini del PD tarantino che dovevano difendere in Regione Puglia la comunità jonica, e, d’altronde, i fatti parlano chiaro… Michele De Nichilo Giovanni Aprea Presidente Circolo PdL Presidente Circolo PdL “Almirante” “Oberdan”
L'Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione dell’Ambiente della Regione Puglia seleziona 14 unità di personale – profili vari – per attività del Centro Salute e Ambiente (D.G.R. n. 1980 del 12.10.2012). In particolare, la selezione pubblica, per titoli e colloquio, riguarda il reclutamento a tempo determinato di delle seguenti figure. - 1 Collaboratore Tecnico Professionale – Scienze Ambientali; - 5 Collaboratori Tecnici Professionali – Chimico; - 1 laureato in Scienze Biologiche ovvero Biotecnologie ovvero Chimica e tecnologie farmaceutiche; - 1 Collaboratore Tecnico Professionale – Statistico; - 1 Collaboratore Tecnico Professionale – Informatico; - 1 Collaboratore Tecnico Professionale – Ingegnere Ambiente e Territorio; - 1 Assistente Tecnico – Perito Chimico; - 1 Collaboratore Tecnico Professionale (cat. D) – Ingegneria/Fisica; - 1 Collaboratore Tecnico Professionale (cat. D) – Ingegnere Meccanico; - 1 Collaboratore Tecnico Professionale (cat. D) – Ingegnere Informatico. Il contratto per ciascun profilo professionale a concorso avrà durata di 24 mesi, prorogabili come per legge. Scadenza presentazione domande: 13.09.2013
Il Collegio "Infermieri Professionali, Assistenti Sanitari e Vigilatrici di Infanzia" di Taranto ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per un posto di operatore amministrativo per l'espletamento delle mansioni di segreteria e di amministrazione. Scadenza: 23 settembre 2013.ù Per ulteriori informazioni: www.ipasvitaranto.it
L’Istituto Italiano per gli Studi Storici ha bandito un concorso a 15 borse di studio annuali per laureati e dottori di ricerca, italiani e stranieri, in discipline storiche, filosofiche e letterarie, per l’anno accademico 2013/2014 Scadenza del bando 6 settembre 2013. Per informazioni: www.iiss.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel. 081/5517159 - 081/5512390 dalle ore 9.00 alle ore 16.00 dal lunedì al venerdì.
E' indetta la XXIX edizione del Premio Letterario Nazionale "Città di Adelfia"articolato in due sezioni: a) Poesia per un volume edito di poesia in lingua italiana a far data dal 01/01/2012; b) Saggistica per un volume edito di saggistica a far data dal 01/01/2012; Il premio è così distinto: sez. a) Poesia per il I classificato Euro 1500,00 sez. b) Saggistica per il I classificato Euro 1500,00 I volumi, in n.7 copie, debbono pervenire, a cura degli editori o degli autori, a mezzo raccomandata A/R, entro e non oltre il 30/09/2013 al seguente indirizzo: •Segreteria Premio Letterario Nazionale "Città di Adelfia" c/o Comune di Adelfia •Assessorato alla Cultura via Vitt. Veneto 122 - 70010 Adelfia •Indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. I Volumi non saranno restituiti. I premi saranno assegnati a giudizio insindacabile della giuria. La proclamazione e la premiazione, avranno luogo in Adelfia: DOMENICA 3 Novembre 2013, in concomitanza con i festeggiamenti in onore del Patrono San Trifone, alle ore 18.00 presso la l’aula consiliare del Comune di Adelfia (Ba). La proclamazione e la premi azione previste per domenica 3 novembre 2013, ore 18.00 nella sala consiliare del comune di Adelfia .in concomitanza con i festeggiamenti in onore del santo patrono San Trifone
L'iniziativa organizzata dal Comune di Taranto dal titolo "Taranto incontra il Giappone" prevede due serate che si terranno nell'area della Villa Peripato nei gg.3 e 4 settembre 2013, con inizio alle ore 19,40. In particolare Martedì 3 settembre 2013 è in programmazione "Swing girls, mentre" Mercoledì 4 settembre 2013 "Il samurai del tramonto". Sono previste nella programmazione dimostrazioni di Karate a cura del maestro Antonio Lobello e rassegna del cinema giapponese
Pagina 922 di 931