Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Visualizza articoli per tag: UN NUOVO SUCCESSO PER TARANTO FINANZA FORUM 2013
Settima Edizione del Taranto Finanza Forum. L’evento, promosso dalla BCC San Marzano di San Giuseppe, ha visto la presenza di società d’investimento, manager ed esperti di economia e finanza. Due giorni, per un confronto a tutto campo fra la crisi e le prospettive di ripresa. TARANTO FINANZA FORUM 2013: I NUOVI SCENARI DELL’ECONOMIA NEL MEDITERRANEO Un Taranto Finanza Forum maggiormente ancorato alle prospettive di sviluppo e ripresa, orientato a presentare, in maniera dettagliata, le opportunità di investimento e le strategie di trading, ma anche le opportunità di sviluppo economico e occupazionale a ridosso dell’area del Mediterraneo. Per la Settima Edizione, l’evento promosso dalla BCC San Marzano di San Giuseppe, si è presentato rinnovato nel format e nel progetto, per essere al passo con i tempi e rispondente, sempre più, alle esigenze che giungono dal territorio, illustrando – in anticipo – le possibilità concrete di rilancio nel prossimo futuro. L’appuntamento si è tenuto nei giorni 27 e 28 settembre a Taranto. «Il Taranto Finanza Forum – ha detto Emanuele di Palma, Direttore Generale della BCC San Marzano di San Giuseppe – è stato un evento che ha avuto il compito di leggere le dinamiche e gli scenari e di favorire un confronto aperto, non precostituito, ma capace di diventare il filo conduttore per meglio comprendere ciò che accadrà nel prossimo futuro. Il progetto parte proprio da qui, innanzi tutto dalla corretta informazione, elemento fondamentale per far assumere consapevolezza sul livello di una fase piuttosto complessa. Proprio per questo, abbiamo voluto creare due blocchi (all’interno delle rispettive giornate), in modo da poter offrire un panorama completo che tenesse conto non solo del capitolo investimenti e del settore finanziario, ma anche e soprattutto dell’economia reale, quindi, del mondo del lavoro, in maniera particolare di quello giovanile. Anche l'edizione 2013 si è caratterizza per un confronto aperto fra esperti, manager, economisti, risparmiatori e investitori; fra trading professionisti e appassionati del settore. E così, nelle due sale conferenze sono andate in scena tutte le novità del trading, a cominciare dalle nuove piattaforme e le soluzioni più diverse per poter scoprire quest’affascinante segmento, ma anche l’analisi e le prospettive del mercato degli investimenti per poter gestire il proprio portafoglio in maniera coerente con la fase congiunturale attuale. Nella prima giornata spazio, inoltre, per l’impronta Green del Gal Colline Joniche, partner qualificato dell’evento che ha propostoe lo sviluppo possibile di agricoltura, turismo ed energia, proprio in ottica Green Road, il progetto varato giusto un anno fa all’interno del TFF e che comincia a far trasparire i primi risultati. «Il nostro sostegno al Taranto Finanza Forum - ha spiegato Antonio Prota, Presidente del GAL Colline Joniche, ha inaugurato un percorso pratico di valorizzazione territoriale. Nasce così la linea della Green Road, che mi piace descrivere come un eco-parco all’aperto dove il museo è il territorio. Qui tutti, i cittadini e le imprese e i volontari, contribuiscono alla sua costruzione. Tutto attorno è un fermento di attività, ad iniziare dalle circa 50 aziende (fra agriturismi, B&B e case vacanze) che stanno utilizzando i fondi europei attraverso il GAL per valorizzare il patrimonio rurale. In questa fare per la Green Road è fondamentale attrarre nuovi visitatori e spingere l’acceleratore sulla destagionalizzazione che soprattutto il turismo rurale può garantire. La Green Road, in sintesi, significa rendere fruibile una intera area che ha già deciso di riqualificarsi e fare sistema, proiettata in ottica green». Sabato 28 settembre, invece, dalla rodata collaborazione con Alunni Bocconi, è nato il progetto “Mediterraneo @ Lavoro”. Un’intera giornata dedicata al mondo del lavoro con l'obiettivo di riprendere il cammino dopo anni di recessione, all’interno di un’area che è il fulcro dei destini dell’Europa e del resto del mondo. Ripartire proprio dal lavoro, un concetto fondamentale per l’economia e la società civile. Al mattino si è tenuta una tavola rotonda in cui rappresentanti delle istituzioni, manager, economisti e imprenditori si sono confrontati sui principali aspetti riguardanti il futuro del lavoro, condividendo le diverse opportunità evolutive che lo riguardano e iniziando un percorso di sviluppo continuativo (ndr. di cui si parla in altra parte del giornale nella rubrica Flash). Ai lavori moderati da FRANCESCO ALLEGRA (Caporedattore di Milano Finanza) hanno partecipato: GIOVANNI LEGNINI (Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Attuazione del programma), VINCENZO BOCCIA (Vice Presidente e Presidente Piccola Industria con delega per il credito e la finanza, Confindustria), STEFANO SCABBIO (Presidente e Amministratore Delegato, Manpower Group Italia, Francia e Iberia), GIOVANNI MOCCHI (Vice Presidente, Zucchetti Group; Membro CdA Bocconi Alumni Association) CLAUDIO CEPER (Senior Advisor, Egon Zehnder International), DINO RUTA (Direttore Master in Organizzazione e Personale, Università Bocconi), LUCIANO BELVISO ( Founder & CEO, Blackshape Spa) Nel pomeriggio dell'ultima giornata si è parlato su come Gestire le imprese in maniera “Lean” nel mondo attuale: valori, atteggiamenti, metodologie e strumenti. Qual è il ruolo del leader in una impresa e quali leve per realizzare cambiamenti strategici. Le risorse umane in ottica “Lean”: opportunità per imprese e territorio. I lavori sono stati moderati da FRANCESCO VELLUTO, Consigliere Delegato Formazione Confindustria Taranto, con gli interventi di FEDERICO MAGNO (Managing Director, Porsche Consulting Italia), JOSEF NIERLING (Principal, Porsche Consulting Italia), LUC VAN LANDEGHEM (President, International Independent Board for Lean Certification)