Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Cronaca, Politica & Attualità
Cronaca, Politica & Attualità

Cronaca, Politica & Attualità (5152)

Cronache e ultime notizie. Aggiornamenti e approfondimenti in tempo reale dalla Puglia

Momenti di grande intensità attendono i fedeli e i cittadini che, come scrive il parroco Don Francesco Venuto attendono e contano con trepidazione le giornate e le ore che mancano al 24 maggio 2024, quando il reliquiario della Madonna delle Lacrime, proveniente da Siracusa, sarà finalmente nella Parrocchia del Sacro Cuore di Taranto. Giornate di preghiera e fede - sottolinea Don Francesco- che permetteranno a ciascuno di comprendere e vivere, ancora una volta, la Grazia di Dio. Quando la reliquia fu ospitata a Roma, da Papa Francesco, sua Santità rivolgendosi ai fedeli disse: “Preghiamo la Madonna perché ci dia a noi e anche all’umanità, che ne ha bisogno, il dono delle lacrime, che noi possiamo piangere: per i nostri peccati e per tante calamità che fanno soffrire il popolo di Dio e i figli di Dio”. Tale affermazione è espressione del tempo che vive la società moderna. Infatti nel 2018,…
Sistema di vigilanza potenziato, costante monitoraggio delle zone cittadine prese di mira da chi non osserva le prescrizioni comunali, incremento dei centri di raccolta dei rifiuti, tolleranza zero nei confronti di chi attua condotte irrispettose verso la nostra comunità. “Pugno duro” dell’Amministrazione guidata dal sindaco Rinaldo Melucci per contrastare il deprecabile fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti ingombranti. Una pratica ormai sempre più diffusa nonostante le lodevoli e recenti iniziative intraprese da Kyma Ambiente e dall’Assessorato comunale al ramo, come quella legata al progetto “Fuori Tutto”, che prevede l’apertura straordinaria dei centri di “Lama” e “Paolo VI” la prima domenica di ogni mese allo scopo di incentivare il conferimento di quel tipo di rifiuti. L’argomento è stato oggetto del tavolo tecnico tenuto nel primo pomeriggio odierno dal sindaco Rinaldo Melucci con gli Uffici del Comune, con il presidente Kyma Ambiente, Mancarelli, e con gli assessori Fornaro e Mazzariello. Un incontro nel…
 Il reparto aeronavale di Taranto della Guardia di Finanza ha eseguito questa mattina un’ordinanza esecutiva di misure cautelari personali, emessa dal gip del Tribunale della città pugliese, per traffico della specie marina protetta delle oloturie noti come cetrioli marini. Coinvolte 21 persone, 9 delle quali in carcere e 12 agli arresti domiciliari. Gli arrestati, spiega la GdF, sono gravemente indiziati, a vario titolo, delle ipotesi di reato di associazione per delinquere e disastro ambientale. Le indagini, anche di natura tecnica, avviate già nel 2021 e coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno consentito ai finanzieri della Sezione Operativa Navale di Taranto di rivelare come gli indagati avrebbero fatto parte di un’organizzazione operante nelle provincie di Taranto, Bari e Brindisi, dedita in modo continuativo alla cattura e lavorazione delle oloturie, finalizzate alla successiva esportazione, determinandone la graduale scomparsa dal litorale di Taranto.
Il nuovo commissario di Governo per la bonifica dell’area di Taranto, Vito Felice Uricchio, ha stimato un fabbisogno di circa 500 milioni di euro per rilanciare e riprendere le attività. Lo ha detto lo stesso commissario, a margine dell’incontro avuto in Prefettura con mondo universitario e della ricerca (tra Università e Politecnico di Bari, Cnr, Conisma, Consorzio nazionale interuniversitario per le scienze del mare, e Italian Scientist Association) che gli ha presentato un documento del Mar Piccolo, una delle aree della città che necessita di un’azione di risanamento. Uricchio, dal precedente commissario, l’allora prefetto di Taranto, Demetrio Martino (oggi a Verona), ha ereditato 52 milioni. “Attualmente dispongo solo di 52 milioni che serviranno in buona parte per pagare anche un pò di debiti, e quindi sicuramente chiederemo nuove risorse - dice Uricchio confermando quanto scritto da Quotidiano domenica scorsa -. È il momento giusto per poterlo fare perché sta partendo…
Si è spento all\'età di 68 anni Franco Di Mare è morto, all\'età di 68 anni. Grande professionista, volto amico del giornalismo, aveva svolto il suo lavoro in ambiti diversi, sempre con successo. Ad annunciarlo è stata la famiglia: \"Abbracciato dall\'amore della moglie, della figlia, delle sorelle e del fratello e dall\'affetto degli amici più cari si è spento a Roma il giornalista Franco Di Mare\". Il giornalista, a lungo inviato in teatri di guerra nella ex Jugoslavia, aveva annunciato di avere \"un mesotelioma, un tumore molto cattivo\". Era stato lui a parlarne, senza filtri, con sincerità. “Non bisogna buttarsi giù, lo dico per gli altri ammalati: sono qui a festeggiare l’idea che ci sia una soluzione che per questo tumore ancora non si è scoperta, ma che probabilmente un giorno ci sarà”. Aveva detto di recente ospite di Che tempo che fa. E ancora \"Io ho avuto una vita…
Il presidente della Corte d’Assise d’Appello di Taranto, Antonio Del Coco, oggi, con un’ordinanza, ha sospeso l’esecutività delle provvisionali nei confronti di tutte le parti civili costituite nel maxi processo sul disastro ambientale di Taranto riferito alla gestione dell’ex Ilva da parte del gruppo industriale Riva, che sino ai primi del 2013 è stato proprietario e gestore degli impianti siderurgici. Le provvisionali sono un anticipo del risarcimento. Oggi a Taranto è in corso la seconda udienza del processo di appello “Ambiente Svenduto” che riguarda ex proprietari e gestori della fabbrica, tra cui i fratelli Claudio e Nicola Riva, ex dirigenti ed ex amministratori pubblici tra i quali l’ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e l’ex presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido. Le provvisionali furono decise in conclusione del processo di primo grado in Assise avvenuto a fine maggio 2021 (26 condanne nella sentenza). Adesso la sospensione riguarda gli…
Nelle giornate del 17 e 18 maggio si terrà il Convegno organizzato dalla Camera dei Giuslavoristi di Taranto \"avv. Vincenzo Pollicoro\" insieme al Dipartimento Jonicodell\'Università degli studi di Bari con il Patrocinio dell\'Ordine degli Avvocati di Taranto, della Fondazione Scuola Forense e dei Comuni di Taranto e Massafra, con la collaborazione di A.N.F. ed altre associazioni forensi. Il Convegno, dal titolo \"La discriminazione di genere, un lungo cammino verso la parità dei diritti\" si svolgerà nella giornata del 17 maggio presso la Sala degli specchi di Palazzo di Città Taranto e, nella seconda giornata, presso l\'Aula Magna del dipartimento Jonico dell\'Università di Taranto ed accoglierà autorevoli interventi da parte di magistrati, docenti universitari ed avvocati del libero foro avvalendosi anche del prezioso contributo di esponenti di associazioni attive nella lotta alla discriminazione di genere. Nella prima giornata saranno affrontati i profili giuridici e sociali relativi alla prevenzione e contrasto alla…
\"Sto inaugurando cantieri e sto progettando e finanziando cantieri, ho bisogno di acciaio, e vorrei che fosse acciaio italiano. Mi dispiacerebbe fare ponti con acciaio che arriva da altre parti”. Lo detto oggi a Taranto, sull’ex Ilva ora Acciaierie d’Italia in amministrazione straordinaria, il ministro delle Infrastrutture e trasporti, Matteo Salvini, a margine dell’inaugurazione del primo cantiere delle linee bus elettriche veloci. Siamo di fronte al primo tassello di un’opera infrastrutturale di portata enorme, un’opera che come Amministrazione abbiamo fortemente voluto ed ottenuto a suggello di un duro lavoro. La BRT cambierà radicalmente il concetto di mobilità andando ad incidere in maniera massiva sia sullo sviluppo socio-economico del nostro territorio sia sulla trasformazione eco-sostenibile del comparto trasportistico.” Sono le parole con cui il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ha salutato l’inaugurazione del cantiere del Deposito mezzi rotabili elettrici destinati alla rete Bus Rapid Transit che, sviluppandosi su due direttrici per…
Oggi è il giorno della processione a mare di San Cataldo, patrono di Taranto, momento che unisce i tarantini. In tanti hanno seguito il passaggio della statua sia dal lungomare che a bordo di imbarcazioni. Per l\'occasione il castello Aragonese si è presentato di rosso e di blu, i colori della città. Lu.Lo.
Incidente stradale questo pomeriggio all incrocio tra via Di Palma e via Regina Elena. Due le auto coinvolte una delle quali è finita sul marciapiede col rischio di travolgere eventuali passanti. Il bilancio dello scontro, avvenuto nel cuore del centro cittadino, è di quattro persone ferite per fortuna non in modo grave. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale e i mezzi di soccorso. Lu.Lo. 
Pagina 4 di 368