Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Cronaca, Politica & Attualità
Cronaca, Politica & Attualità

Cronaca, Politica & Attualità (5148)

Cronache e ultime notizie. Aggiornamenti e approfondimenti in tempo reale dalla Puglia

Un provvedimento tanto importante quanto atteso quello adottato dall’Amministrazione comunale nell’ambito della gestione dell’igiene urbana e dell’ottimizzazione delle condizioni di vivibilità cittadina. Ultimate le necessarie e propedeutiche procedure amministrative, è stata disposta la ripresa del servizio di spazzamento notturno implementato dal lavaggio di strade e marciapiedi. Le attività prenderanno il via fra pochissimi giorni seguendo lo stesso calendario ed il medesimo orario in vigore prima della sospensione. Gli interventi di pulizia inizieranno alle ore 00.00 del prossimo 18 giugno con il termine delle operazioni alle 06.00. Quel giorno le vie ad essere interessate saranno complessivamente 19 (l’elenco è consultabile sul sitohttps://poliziamunicipale.comune.taranto.it). La decisione definitiva di riprendere un servizio che è fra le priorità della Giunta guidata dal sindaco Rinaldo Melucci è stata ratificata nella giornata odierna a suggello del tavolo di coordinamento convocato dall’assessore all’Ambiente, Stefania Fornaro, proprio per concordare la programmazione e la riattivazione di un intervento molto auspicato…
L’ampio marciapiede che si sviluppa lungo il Canale navigabile nelle sere d’estate non sarà solo luogo di passeggiate e soste per ammirare il Castello Aragonese, uno scorcio del centro storico e splendidi tramonti, ma potrà anche ospitare sedie e tavolini dei ristoranti, dei pub e delle gelaterie che hanno i loro locali in quella che è una delle zone più iconiche di Taranto. A dare via libera a questa opportunità è stata la Giunta comunale guidata dal primo cittadino Rinaldo Melucci che, recependo la proposta formulata dal vicesindaco ed assessore Gianni Azzaro ed andando incontro alle esigenze di un comparto strategico per l’economia locale, ha adottato la delibera con cui si autorizzano i pubblici esercizi che svolgono la propria attività su Corso Due Mari ad allestire arredi rimovibili al termine di ciascuna giornata lavorativa. L’utilizzo a tale scopo di un tratto del Canale navigabile sarà possibile solo ed esclusivamente durante…
Il capo di gabinetto della questura di Taranto, Michele Viola, 52 anni, è morto nel pomeriggio in un incidente stradale sulla statale 172 tra Taranto e Martina Franca. La vittima, originaria della Calabria, era in sella a una bici quando - per cause da accertare - è stata travolta da una Ford. L\\\'impatto per il 52enne è stato fatale e i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Indagano i carabinieri intervenuti sul posto con i vigili del fuoco. Viola proveniva dal commissariato di Palmi e si era insediato a Taranto il 6 aprile scorso. (ANSA).
Era evaso dagli arresti domiciliari cui era sottoposto per rubare dalla chiesa dell’Addolorata a Taranto una statua di Gesù. La Polizia lo ha rintracciato: è un tarantino di 38 anni, che è stato denunciato per il furto del simulacro. L’uomo era entrato in chiesa di primo mattino e approfittando dell’assenza di persone, aveva preso la statua, se l’era caricata sulle spalle e l’aveva portata via. Sono state le telecamere di videosorveglianza a riprendere il tutto e a fornire elementi utili per l’identificazione dell’uomo che, nel frattempo, aveva rivenduto la statua per 30 euro. Il simulacro é stato recuperato e riconsegnato oggi pomeriggio alla chiesa da una pattuglia della Volante. Così ha commentato il parroco don Andrea Basile con un filo di ironia ma con riferimenti al Vangelo: “È tornato a casa dopo un breve vagare. Ma è andata così. Il nostro amico ”Giuda“ lo ha portato lontano nel getsemani del…
Entra di primo mattino nella chiesa dell’Addolorata a Taranto, preleva la statua di Gesù, se la carica in spalla e la porta via. Sono state le telecamere di videosorveglianza della parrocchia a riprendere l’uomo mentre si allontana dalla chiesa con il simulacro. Il gesto si é svolto indisturbato. Probabilmente in chiesa non c’era nessuno e nessuno ha sorpreso l’uomo mentre si allontanava. La parrocchia, retta da don Amedeo Basile, è tra le vie Iapigia e Leonida nella semiperiferia di Taranto. È stata la stessa parrocchia a rendere nota la trafugazione della statua con un post pubblicato nel pomeriggio sulla propria pagina Fb. “Noi siamo differenti non ci piacciono le processioni tradizionali” esordisce il post. Fare di Cristo il cuore del mondo. Avrà avrà pensato bene chi ha pensato di trafugarti, bravo fratello hai servito il Maestro anche se non lo sapevi! e si il cuore di Cristo non può fermarsi…
Dopo Taranto c\'è solo il Sud Sardegna, prima si collocano Reggio Calabria, Brindisi, Messina, Caltanissetta, Cosenza. Un Sud posizionato in coda alla Classifica de Il Sole 24 Ore sulla Qualità della Vita, nella sezione Giovani. Taranto è penultima, in cima ci sono Gorizia, Ravenna, Cremona, ForlìCesena. Ma vediamo perché, secondo i parametri adottati dal quotidiano economico, Taranto non è considerata una città per giovani, mettendoli a confronto con quelli che portano Gorizia in vetta alla classifica. Ecco come sono posizionate le due città nei più significativi dei 12 indicatori. Residenti Giovani: Taranto i giovani li perde, e infatti non ci sono, mancano proprio, se ne vanno, determinando la 101ma posizione per il capoluogo ionico. Gorizia invece è quinta. Laureati: la percentuale dei laureati vede Taranto al 107mo posto, Gorizia al 54mo. Disoccupazione giovanile: qui c\'è il grande gap con Taranto in posizione 105, Gorizia 18. Trasformazione dei contratti a tempo…
Il tam tam su facebook scatenato dalla pubblicazione di inequivocabili immagini, il sopralluogo del neo assessore, l\'indice puntato contro i commercianti del borgo che avrebbero potuto versarla un poco d\'acqua nelle fioriere prima di vederle seccare sotto i loro occhi. Già perché al netto di polemiche, rimpalli di responsabilità e omissioni, lungo la centralissima via D\'Aquino lo spettacolo offerto dalle fioriere con dentro cespugli secchi è davvero avvilente. L\'assessore all\'Ambiente fresco di nomina Stefania Fornaro assicura che la mancata cura delle piante dipendeva da questioni legate ai rapporti con la ditta incaricata che sono in via di soluzione. \"Nelle prossime settimane restituiremo dignità a quelle fioriere\" scrive su facebook. Che il pubblico debba provvedere a cura e manutenzione del verde è fuori discussione. L\'episodio in questione però ci rimanda ancora una volta la fotografia di una città che ha veramente poco a cuore il bene comune, che è patrimonio di…
“Il G7 a Torino ha raggiunto un accordo storico dove abbiamo detto che ci impegniamo per lo stop al carbone nel 2035. Credo che questa sia veramente una scelta importante”. Lo ha detto Vannia Gava, vice ministro all’Ambiente, nella seconda giornata del Tef, Taranto eco forum. “Abbiamo assunto altri impegni importantissimi per raggiungere gli obiettivi sfidanti di decarbonizzazione che ci siamo dati che devono pero essere graduali e di accompagnamento anche per le attività produttive. Un accompagnamento graduale anche a tutta la parte delle riconversioni” ha sostenuto Gava. Per il vice ministro, “la transizione giusta é finalmente un parola condivisa ai tavoli internazionali. É quello che stiamo facendo noi come ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica dando seguito a sviluppo sostenibile che deve derivare assolutamente dalle tecnologie che portano anche alla maturità tecnologica. Questo è lo spirito che ha guidato il ministero al G7 e che deriva anche da impegni…
“Muoiono in media tre lavoratori al giorno in Italia e spesso non si riesce ad andare oltre l’inutile e sterile cordoglio, ai proclami da palco. Per questa ragione la costituzione di parte civile della FIOM CGIL e della CGIL di Taranto, nel processo per l’omicidio di Alessandro Morricella, è per noi una pietra miliare nell’impegno che continueremo a mettere in nome della tutela di tutti i lavoratori. Siamo lì per Alessandro, ma anche per quelli che in piccoli cantieri, sparsi in tutte le province italiane, non hanno voce e non ricevono visibilità, verità e giustizia”. Così il segretario generale della CGIL di Taranto, Giovanni D’Arcangelo, rimarcando un concetto che in questi giorni è oggetto anche della campagna referendaria del più grande sindacato italiano. “Le motivazioni della sentenza del Tribunale penale di Taranto, inchiodano alle loro responsabilità, i massimi dirigenti dell’ex ILVA, ma dimostrano ancora una volta, drammaticamente, quanto sia scarsamente…
Le associazioni Dis-Education, Il Gazebo Esagonale promotrice dell’attività La Factory, AFO6 fondatore di Spazioporto e l’associazione ambientalista LAV Taranto presentano l\'evento PORTANAPOLI: #zonaadaltosensocivico, che si terrà domenica 26 maggio presso Porta Napoli a Taranto. Dis-Education, attiva dal 2023, supporta persone con disabilità e le loro famiglie, affrontando tematiche come l\'abbattimento delle barriere architettoniche e mentali, l\'indipendenza e la dignità delle persone con disabilità. Il Gazebo Esagonale, attivo dal 2015, promuove l’autoproduzione come forma di autodeterminazione attraverso La Factory, uno spazio dedicato all\'artigianato e alla creatività indipendente. AFO6 promuove il territorio attraverso eventi culturali e gestisce Spazioporto, un locale per live, proiezioni ed eventi, contribuendo alla trasformazione culturale ed economica di Taranto. LAV Taranto, parte della Lega Antivivisezione, è un\'associazione ambientalista impegnata nella protezione degli animali e nella promozione di una vita sostenibile. PORTA NAPOLI. Situata ai piedi del quartiere Tamburi e collegata alla città vecchia dal \"Ponte di Pietra\", è…
Pagina 3 di 368