Ambiente, Turismo & Trasporti

Ambiente, Turismo & Trasporti (391)

      È stato proprio lui - sostiene il Movimento - l’iniziatore di tutte le disgrazie per le nostre infrastrutture, infatti, è lui il 1° assessore ai trasporti della giunta Vendola, poi sostituito da Minervini. È stato lui il fautore del Piano Regionale Trasporti. Quello che prevedeva per Taranto: cargo e 2 collegamenti per Roma e Milano (inutile dire che è tutto rimasto sulla carta). Ha comunque portato a termine la sua "missione", di cui va fiero, tanto da postare su YouTube un video (ampliamenti per Bari e Brindisi). Come tutta la giunta Vendola (proprio oggi il rinvio a giudizio per "ambiente svenduto") , ha avuto qualche problemino con le intercettazioni e presunte tangenti e in particolare con il crack di MyAir. Anche se momentaneamente accantonato, ha sempre posto attenzione alle sue "creature", tant'è che compare misteriosamente in una audizione del 15/05/2013, dove si sarebbe discusso di "riattivazione dell’Aeroporto…
Mare e Turismo è questo il binomio vincente di una città come Taranto. La presenza di una barca straniera nelle acque dello ionio  è il chiaro segnale che se si vuole  fare accoglienza turistica si può fare.  La nostra città deve fari trovare pronata e preparata ad una nuova stagione che possa portare nuova occupazione. Mare e Turismo è questo il futuro, è anche questo il futuro, se si perde questa grossa occasione, barche come quella nella foto arriveranno si, ma in maniera episodica. Se invece si comincia a fare seriamente forse le cose potrebbero cambiare.
  LA PRESIDENTE DEL COMITATO "DONNE E FUTURO PER TARANTO LIBERA":Siamo certe che il nostro GRIDO sarà ascoltato!   Noi donne e mamme del Comitato “ Donne e Futuro per TARANTO LIBERA” esprimiamo tutto il nostro SDEGNO per l’adozione del decreto legge 92/2015,  pubblicato il 4 luglio 2015 . Il Governo italiano non ha avuto pietà neanche di fronte all’ATROCE morte del  giovane Alessandro Morricella, diventato una torcia umana l’8 giugno scorso mentre svolgeva il suo lavoro  in un reparto  dell’Ilva che già nel 2012 aveva subito un sequestro senza facoltà d’uso. Quel giovane non si sarebbe trovato in quel luogo pericolosissimo  se solo fosse stata eseguita l’ordinanza del Gip Todisco del 26 luglio 2012. Ma così non è stato a causa di ben 7 decreti d’urgenza , che hanno fatto diventare legale ciò che non lo era, ma che non hanno saputo salvaguardare la vita e la salute degli…
Domenica, 05 Luglio 2015 08:04

Lo "Stato è in debito con Taranto".

Scritto da
  Lo ha dichiarato Monsignor Santoro che ha voluto attualizzare e puntualizzare gli ultimi eventi legati all’ottavo decreto del Governo sulla questione Ilva.   “ Laudato si’,m’i Signore” ! Cosi stasera, in questa Basilica, in questa amata città, voglio iniziare il mio saluto e porgere l’abbraccio  del pastore a quanti abitano, operano, soffrono,gioiscono a Martina Franca, “Laudato si’”: vuole essere anche un omaggio corale che parte verso Papa Francesco che pochi giorni fa ha consegnato alla Chiesa e all’umanità uno dei testi più carichi di profezia che illuminano il cammino presente e futuro della  Chiesa. Mi farà  piacere sapere che questo testo sarà studiato, approfondito, vissuto, che  avrà una ricaduta significativa a Martina Franca     Con questa preghiera, in cui si respira l’anima stessa di San Francesco d’Assisi, saluto Lei, signor Sindaco, e La ringrazio per le parole d’amicizia che mi ha rivolto. Saluto il Consiglio Comunale e la Giunta, le autorità civili, militari, i miei cari fratelli sacerdoti , le comunità parrocchiali, le associazioni della città. In un passaggio suggestivo della Sua enciclica Papa Francesco dice : basta un uomo buono perché ci sia speranza! (71). Da una  lunga fila di secoli, questa…
  NEL MENTRE I CARABINIERI DEL REPARTO OPERATIVO DI TARANTO  PROVVEDEVANO A NOTIFICARE, AI LEGALI DEL LOCALE STABILIMENTO SIDERURGICO “ ILVA S.P.A. IN A.S.”, IL RIGETTO ALL’ISTANZA DI DIFFERMENTO DELLE OPERAZIONI DI SPEGNIMENTO DELL’ALTOFORNO “AFO2”, EMESSO DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI TARANTO, CONTENUTO NEL DECRETO DI SEQUESTRO PREVENTIVO EMESSO DA QUELL’UFFICIO REQUIRENTE E CONVALIDATO DA ORDINANZA LOCALE G.I.P. ,  DA PALAZZO GHIGI USCIVA UN DECRETO COSIDDETTO SALVA ILVA O SE VOLETE SALVA ALTOFORNO 2. Il Consiglio dei Ministri ha approvato, infatti, su proposta del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, si legge in un comunicato del Governo, un decreto legge in materia di rifiuti e di continuità delle attività produttive in siti di interesse strategico nazionale (l'ILVA per l'appunto).  Il decreto prevede  una serie di disposizioni volte a garantire la continuità dell’attività produttiva di stabilimenti industriali…
Accertati 29.293 reati per un giro d'affari pari a 22 miliardi di euro. Il business cresce ancora.   Aumentano le infrazioni nel settore dei rifiuti (+26%) e del cemento (+4,3) alimentate dal fenomeno della corruzione. Numeri eclatanti nell'agroalimentare, che fattura 4,3 miliardi di euro per 7.985 illeciti e nel racket degli animali che colleziona 7.846 reati . Puglia in testa alla classifica regionale degli illeciti. Il Lazio è sempre la prima regione del centro Italia, la Liguria è la prima del Nord. Lombardia al top per le indagini sulla corruzione.  Finalmente però gli ecocriminali saranno costretti a pagare. Dopo 21 anni di battaglie, la legge n. 68 del 22 maggio 2015, ha introdotto i delitti contro l'ambiente nel Codice Penale. Questa edizione 2015 del rapporto Ecomafia, realizzato col contributo di Cobat, ed edito dalla casa editrice Marotta e Cafiero, non può che aprirsi quindi con un grido di gioia e…
Mercoledì, 24 Giugno 2015 17:18

TURISMO/ MARTA APERTURA SERALE DEL 27 GIUGNO

Scritto da
    Nel Piano di valorizzazione elaborato per l’anno 2015 dalla Direzione Generale Musei del MiBACT rientra il progetto di apertura prolungata dei musei autonomi fino alle ore 24.00 del sabato a partire dal 27 giugno fino al 19 dicembre. Pertanto, sabato 27 giugno le collezioni archeologiche permanenti del Museo Nazionale Archeologico saranno fruibili con orario continuato dalle ore 8.30 fino alla mezzanotte (chiusura biglietteria ore 23.30), aprendosi ad utenze diverse che non possono visitare il MARTA nella pur ampia fascia oraria di fruizione ordinaria. Nelle sale del Museo è visitabile la mostra Gli ori di Mastroianni, dedicata alle oreficerie e alle sculture in miniatura realizzate nel secolo scorso da Umberto Mastroianni nella sua lunga attività artistica. Alle ore 20.15 e alle 21.30 sono previste visite guidate gratuite a cura di personale tecnico del Museo (prenotazioni al numero 099/4532112). Biglietto a pagamento (per esoneri, riduzioni e agevolazioni rivolgersi allo 099/4538639).
  Inquinamento, ecco i governi che si fingono eco-friendly Nel report “Sotto il tappeto” del WWF anche l’Italia, in 14esima posizione come finanziatrice di progetti collegati al più inquinante tra i combustibili fossili. In otto anni l’industria del carbone ha ricevuto 73 miliardi di dollari. Soldi pubblici che hanno causato un inquinamento aggiuntivo annuale pari a quello prodotto dall’Italia in un anno   Governi e lobby si fingono eco-friendly ma in realtà finanziano l’industria collegata al più inquinante tra i combustibili fossili: il carbone. Lo rivela l’ultimo report di WWF International, non a caso chiamato “Under the rug” (“Sotto il tappeto”), con un sottotitolo che riassume abilmente il tema: “Così i governi e le istituzioni internazionali nascondono miliardi a sostegno dell’industria del carbone”. Un finanziamento che, considerando il periodo dal 2007 al 2014, secondo WWF ammonterebbe a circa 9 miliardi di dollari l’anno, per un totale di 73 miliardi di finanza pubblica internazionale…
    Finalizzato a valorizzare un’area di 47 ha del litorale ionico, compresa tra la foce del fiume Ostone e la pineta di lido Torretta, un ambiente variegato che si estende dal mare attraverso la spiaggia, le dune, le dune fossili e la zona umida retrodunale che si congiunge a prati e campi agricoli ben integrati. Macchia mediterranea e varietà autoctone di natura psammofila (amante della sabbia) costituiscono il tipo di vegetazione tipica dell’intera zona che, con i suoi colori e profumi, potenzia l’inestimabile bellezza del luogo dichiarato Sito d’Interesse Comunitario dall’Unione Europea. Il Parco rappresenta dunque la promozione di un nuovo modo di vivere l’ambiente e la natura, traendo dalla condivisione di questi spazi un modello innovativo di sviluppo economico e culturale, centrato sulla promozione turistica e sull’organizzazione di eventi. L’obiettivo è quello di rafforzare il legame con il territorio, potenziando il senso di appartenenza e il processo di…
AULA MAGNA “POLO SCIENTIFICO TECNOLOGICO” MARTEDI’ 26 MAGGIO – ORE 15.30   VIA DE GASPERI  - PAOLO VI - TARANTO“Formazione e ricerca per l’innovazione tecnologica per l’ambiente a Taranto”: è il tema scelto per il dibattito che si svolgerà martedì 26 maggio, a partire dalle ore 15.30, nell’Aula Magna del Polo Scientifico Tecnologico, al quartiere Paolo VI. L’evento chiude il percorso intrapreso con il Pon “Magna Grecia” (Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività”), finanziato per 9,5 milioni di euro dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.   L’obiettivo era chiaro: potenziare il sistema universitario (UNIBA, sede decentrata di Taranto, POLIBA, sede decentrata di Taranto) per contribuire al reale funzionamento del Polo Scientifico Tecnologico “Magna Grecia”.  Un traguardo importante che giunge a distanza di sette mesi dall’inaugurazione della struttura, lo scorso 21 ottobre, che ha visto il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, protagonista del taglio del nastro e di una visita ai…
Pagina 28 di 28