Sanità, Sociale & Salute (medicina)

Sanità, Sociale & Salute (medicina) (412)

 “Nessun caso di Covid 19 all’interno della Cittadella di Carità”. Lo dichiara oggi la Fondazione della Cittadella della Carità, struttura assistenziale di Taranto che opera sia come rsa che come poliambulatori. “La Asl di Taranto ha comunicato alla Fondazione Cittadella della Carità - si dichiara - l’esito negativo di tutti i tamponi effettuati ieri a personale e ospiti della struttura sanitaria. Gli unici positivi al Coronavirus sono riconducibili alla rssa “13 Maggio-Domus” che si trova in area limitrofa alla Cittadella, nel quartiere Paolo VI, ma è completamente distinta sia in termini di sede, sia nella gestione e nell’impiego di personale”. Ieri infatti nella rssa “13 Maggio-Domus” sono stati riscontrati 8 casi positivi ad altrettanti ospiti. Nessuno del personale era risultato a ieri coinvolto. Tuttavia la situazione aveva indotto Asl Taranto ad effettuare tamponi anche a personale e degenti della stessa Cittadella della Carità.
La Regione Puglia ha erogato nuovi fondi destinati a persone con disabilità. È una opportunità che favorisce l’autonomia personale e l’inclusione sociale. Dal 10 al 30 ottobre si può farne richiesta nell’unico Centro di Domotica Sociale della provincia La Regione Puglia ha aperto l’ultima finestra temporale per il finanziamento dei Progetti di Vita Indipendente in favore delle persone con disabilità. È possibile presentare le domande dal 10 al 30 ottobre. A Taranto e provincia l’unico centro specializzato presso cui è possibile farne richiesta è il Centro di Domotica Sociale ATTIVA che fa capo alla cooperativa sociale ISAC Pro. Come per le precedenti finestre quadrimestrali, l’avviso pubblico finanzia misure e tecnologie necessarie per l’autonomia personale, per l’inclusione socio-lavorativa e per migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità, anche senza il supporto familiare. Nello specifico, sono due gli interventi attivi: quello per progetti di vita indipendente rivolto a persone diversamente…
 "Il Sud in questo momento sta vivendo quella che è stata l'ondata iniziale al Nord con però tutte le lezioni imparate. Con presidi che prima non c'erano: medici preparati e competenti, terapie disponibili anche se non risolutive e soprattutto con la capacità di intercetto e di diagnosi molto precoce". Lo ha detto Ranieri Guerra, vice direttore generale delle iniziative strategiche dell'Oms, a margine dei lavori su 'La sanità post Covid-19' al teatro Bellini di Catania. "Le regioni meridionali, Sicilia compresa, che sono state preservate dalla prima ondata - ha osservato Guerra - pensavano forse di essere uscite indenni con i pochissimi danni che erano propri della primavera. Ma così non è perché questo un virus che galoppa con la mobilità umana e quindi è inevitabile che presto o tardi arrivi". 
La Sezione Puglia dell’Associazione Italiana Sindrome X Fragile celebra per la prima volta a Taranto la Giornata Europea della Sindrome X Fragile, organizzando il convegno “Dalla diagnosi all’intervento: la forza della fragilità” che si terrà, con ingresso libero e gratuito, presso il Teatro Fusco a partire dalle ore 9.00 di sabato 10 ottobre. Grazie al contributo di autorevoli medici specialistici, la manifestazione rappresenterà una importante occasione per diffondere informazioni sulla Sindrome X Fragile e per sensibilizzare la comunità locale su questa patologia. La Sindrome dell’X Fragile è una condizione genetica ereditaria rara – cioè si trasmette dai genitori ai figli – ed è la prima causa di disabilità intellettiva di tipo ereditario e la seconda causa di disabilità intellettiva su base genetica dopo la sindrome di Down. Inclusa nell’elenco delle malattie rare del Ministero della Salute, si presenta sia nei maschi, con sintomi più evidenti, che nelle femmine, ma con…
L’Asl di Taranto informa che con l’entrata in servizio oggi del prof. Schettini e della dr.ssa Lieggi è ripresa, a pieno regime, l’attività dell’UTIN del SS. Annunziata, insieme alla dr.ssa Lucrezia De Cosmo, esperta di terapia intensiva neonatale, neurologia infantile ed elettroencefalografia neonatale, in servizio a Taranto già dai primi giorni di settembre grazie allo stesso bando. Il dr. Federico Schettini è esperto rianimatore e istruttore di rianimazione neonatale, professore universitario e facente funzioni del Direttore dr. Laforgia presso la Utin del Policlinico di Bari. Si affianca la dr.ssa Serena Lieggi e, nei prossimi giorni, prenderà servizio anche un’altra dottoressa, provenienti entrambe dalla pediatria del San Paolo di Bari. Con l’UTIN, il Punto Nascita del SS. Annunziata riprende il ruolo di HUB nella rete dei Punti Nascita regionali e torna a essere punto di riferimento nel Sistema Trasporto Materno Assistito (STEM) per l’arco jonico-salentino, riaccogliendo pazienti con patologie metaboliche, ipertensione…
L’Asl di Taranto informa che con l’entrata in servizio oggi del prof. Schettini e della dr.ssa Lieggi è ripresa, a pieno regime, l’attività dell’UTIN del SS. Annunziata, insieme alla dr.ssa Lucrezia De Cosmo, esperta di terapia intensiva neonatale, neurologia infantile ed elettroencefalografia neonatale, in servizio a Taranto già dai primi giorni di settembre grazie allo stesso bando. Il dr. Federico Schettini è esperto rianimatore e istruttore di rianimazione neonatale, professore universitario e facente funzioni del Direttore dr. Laforgia presso la Utin del Policlinico di Bari. Si affianca la dr.ssa Serena Lieggi e, nei prossimi giorni, prenderà servizio anche un’altra dottoressa, provenienti entrambe dalla pediatria del San Paolo di Bari. Con l’UTIN, il Punto Nascita del SS. Annunziata riprende il ruolo di HUB nella rete dei Punti Nascita regionali e torna a essere punto di riferimento nel Sistema Trasporto Materno Assistito (STEM) per l’arco jonico-salentino, riaccogliendo pazienti con patologie metaboliche, ipertensione…
“L’ospedale SS. Annunziata di Taranto ha un nuovo pronto soccorso. Uno spazio completamente ristrutturato, dopo il lavori iniziati alla fine dello scorso anno, e pensato per garantire più efficienza a chi lavora e più comfort per i pazienti. “ Ad annunciarlo è il governatore della Regione Puglia Michele Emiliano. “Ampia zona per l’accoglienza dei pazienti con un bancone per il triage e una sala d’aspetto spaziosa e vivibile, già dotata di una piccola biblioteca e della connessione wireless. Nuovo anche il look: il nuovo Pronto Soccorso è realizzato in base alle linee guida Hospitality, l’innovativo modello identitario promosso dalla Regione, che uniforma nell’aspetto gli ospedali pugliesi. Questo rifacimento ha un valore molto ampio e profondo e non è solo un abbellimento- sottolinea Emiliano-consente di migliorare il comfort per i cittadini e a diminuire ansie e disagi. Informare, orientare, accogliere in spazi decorosi e dotati di servizi e comfort determina una…
 È entrato in funzione nella Radioterapia Oncologica dell’ospedale “San Giuseppe Moscati” di Taranto, direttore Giovanni Silvano, il nuovo apparecchio per la Tomoterapia Elicoidale “RADIXACT X9”. Il primo paziente ha già usufruito del primo trattamento. Si tratta di un macchinario di altissima tecnologia, spiega Asl Taranto, disponibile nel Sud solo a Napoli e a Palermo, ma in versioni meno aggiornate. Della sua classe - si precisa -, è il terzo apparecchio nel territorio nazionale dopo le installazioni presso l’ospedale delle Molinette di Torino ed il Civico di Brescia, “ed è in grado di trattare pressoché ogni tipo di neoplasia e sede tumorale, consentendo di modellare la dose di radiazioni al bersaglio grazie ad un fascio sottilissimo e dei collimatori mobili”. In questo modo, dice Asl, si risparmiano “i tessuti sani adiacenti, riducendo ulteriormente gli effetti collaterali del trattamento radioterapico rispetto agli acceleratori convenzionali”. “La tomoterapia elicoidale - sostiene Asl Taranto - …
“Il 31 agosto l’Anac ha fornito ad Invitalia l’ultimo parere favorevole sulla corposa documentazione necessaria per l’inizio dei lavori dell’ospedale San Cataldo. Nel giro delle prossime ore sarà trasmesso l’iter di sottoscrizione del contratto di affidamento che Asl e impresa aggiudicataria firmeranno”. Lo dichiara Mario Turco, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, con delega alla programmazione economica, in riferimento alla costruzione del nuovo ospedale a Taranto. Turco precisa che l’azienda appaltatrice - si tratta di un raggruppamento temporaneo guidato da Debar di Bari - “si è impegnata a completare i lavori in 400 giorni lavorativi dall’apertura del cantiere. Il costo complessivo dell’opera è di 120 milioni di euro - dice Turco - con un risparmio di spesa realizzato di 40 milioni, rispetto all’iniziale prezzo base d’asta”. Il sottosegretario alla presidenza oggi pomeriggio ha dedicato un focus specifico sul nuovo ospedale di Taranto, nell’ambito del Contratto Istituzionale di Sviluppo per l’area di…
Pagina 9 di 30