Martedì, 17 Maggio 2022 11:22

L’APPELLO/ Ambientalisti divisi in campagna elettorale, Marescotti “restiamo uniti e alla manifestazione una stretta di mano” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Alla vigilia della conferenza stampa di presentazione della manifestazione contro l’inquinamento “Stop al sacrificio di Taranto” che si svolgerà domenica 22 in piazza Garibaldi, a Taranto, all’indomani della quarta condanna del CEDU per violazione dei diritti dell’uomo in relazione alle emissioni dell’ex Ilva, il presidente di Peacelink Alessandro Marescotti, dalla sua bacheca facebook rivolge al mondo ambientalista un appello all’unità. Un’unità che rischia di sgretolarsi nella roventissima campagna elettorale che vede esponenti di quel mondo schierati in compagini e coalizioni diverse. Ecco il testo del messaggio.

“Si presenteranno per le elezioni comunali di Taranto tante persone amiche e con cui ho collaborato nella lotta contro l'inquinamento dell'#ILVA. Persone come ad esempio Aldo Schiedi, Antonio Lenti, Fulvia Gravame, Luca Contrario, Milena Cinto, Piero Piliego, Stefania Petaro, Vincenzo Fornaro. E altre ancora. Sono persone preziose per questa città. Mi piacerebbe che tutte potessero essere elette, collaborando per il bene comune. Le ho citate in ordine rigorosamente alfabetico, a partire dal nome, perché ci siamo sempre chiamati per nome, collaborando e stimandoci. Vorrei che questa collaborazione continuasse e che la divisione in liste non indebolisse il rapporto di reciproco sostegno necessario a salvare Taranto da un'incombente e persistente minaccia che richiede unità, unità e ancora unità. Ed è per questo che mi piace pensare che altri, che non ho nominato, possano segnalarsi qui sotto - senza indicare la lista e il candidato sindaco - per dichiarare il proprio sostegno a un progetto di città che chiuda la pagina nefasta del disastro ambientale ILVA - per il quale si è celebrato un lungo e imponente processo - per aprirne una nuova, quella della transizione ecologica e della riconversione per la quale abbiano in questi anni collaborato assieme. E mi piacerebbe che il pomeriggio del 22 maggio a Taranto questi amici che nutrono speranze comuni in liste diverse si dessero appuntamento per la manifestazione stringendosi la mano.”

Marescotti rivolge anche un invito a non trasformare la manifestazione in una passerella elettorale.

“Il 22 maggio non portate un simbolo politico o una maglietta o un vessillo. Perché il vostro volto e la vostra storia valgono molto di più di ogni bandiera. Ricordatelo. Voi siete la parte migliore di Taranto e avete il dovere di collaborare e rimanere uniti anche se le ragioni della politica in questo momento tendono a dividervi. Le scelte diverse non alimentino una reciproca diffidenza! Vi supplico di non togliervi mai il saluto e la stima, perché queste elezioni passeranno mentre i compiti enormi che abbiamo di fronte restano e richiedono la nostra unità, la nostra pazienza e la nostra comprensione reciproca. In ogni caso io sarò onorato della vostra presenza il 22 maggio, come persone amiche e come cittadini di una Taranto migliore.”

I promotori della manifestazione sono : Alessandro Marescotti – Ass. PeaceLink

Cinzia Zaninelli – Ass. Genitori tarantini

Lina Ambrogi Melle – Comitato Donne e Futuro per Taranto libera

Giuseppe Roberto – Comitato Quartiere Tamburi

Maria Arpino – LiberiAmo Taranto

Antonella Coronese – Lovely Taranto

Maria Chetry – Comitato Art. 32 Diritto alla Salute - Statte