Giovedì, 04 Novembre 2021 06:24

L’APPUNTAMENTO/ All’alba del 14 a Spazio Porto c’è “Sacramento”, musica dal vivo su film muto In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Appuntamento all’alba e più precisamente alle ore 5.17 del mattino del 14 Novembre p.v. presso lo Spazioporto di Taranto (Via Niceforo Foca 28)per “Sacramento, un progetto dal titolo altisonante che si propone di unire immagini e suoni attraverso la sonorizzazione del film muto originale di Alessandro Gagliardo, musicato dal vivo da IOSONOUNCANE, insieme a Bruno Germano e Amedeo Perri.

SACRAMENTO sarà un rito collettivo: è nelle intenzioni degli autori che la proiezione e la performance si svolgano di mattina presto, sul finire della notte. Il pubblico potrà accedere all’evento senza aver dormito o dopo essersi svegliato nel cuore della notte, il che ne farà un evento la cui centralità risiede nel suo accadimento.

SACRAMENTO sarà un concerto, ma sarà anche un film muto originale con la colonna sonora dal vivo, nulla a che vedere con i visual di un concerto di musica elettronica, dal momento che si porrà l’obiettivo di essere, innanzitutto, cinema.

IOSONOUNCANE si esibirà in una performance che mira ad unire l’esperienza della creazione delle colonne sonore e quella dei live in cui vengono proposti brani suonati elettronicamente lasciando grande spazio espressivo all’improvvisazione.

Interessante è la genesi di questo evento unico, che nasce a maggio 2021 a pochi giorni dall’uscita del suo ultimo album “IRA”, quando IOSONOUNCANE si reca a Roma per una breve residenza artistica presso lo spazio teatrale Carrozzerie N.O.T. con l’obiettivo di comporre alcuni passaggi musicali per il film “Gli ultimi giorni dell’umanità” di Enrico Ghezzi e Alessandro Gagliardo. I contatti con la società Zomia, che da oltre tre anni è impegnata nella produzione dell’opera, andavano avanti da circa un anno. La residenza romana ha rappresentato l’’occasione di un incontro che si è presto rivelato un prezioso stimolo capace di innescare il desiderio di amplificare l’esperienza, per approfondire l’indagine sulla relazione tra il suono di IOSONOUNCANE e la composizione per immagini a partire dal film in lavorazione.

IOSONOUNCANE (nome d’arte di Jacopo Incani) è un musicista sardo nato nel 1983. Nel 2010 esordisce con “La Macarena Su Roma” album che unisce elettronica lo-fi, canzone d’autore e uno sguardo sempre acuto sulla cronaca del momento in cui è stato scritto. Dopo il lungo tour de La Macarena, IOSONOUNCANE si ritira per scrivere DIE del 2015, album che lo ha consacrato come il musicista di riferimento per l’intero panorama italiano. Ai primi posti delle classifiche di gradimento, è tuttora un long-seller, più volte ristampato ed esaurito. DIE ha dato vita a tre tour in Italia (in solo, in duo acustico e in band) e a un fortunato tour all'estero culminato con l'esibizione al Primavera Sound 2017 di Barcellona. Nel 2017 lavora con Edoardo Tresoldi musicando un’installazione dell’artista lombardo posta su una barca ormeggiata nel porto di Sapri per il festival Derive. Nel 2018 collabora con Paolo Angeli, altra autorevole voce della Sardegna contemporanea, per un tour in cui ha esplorato i territori dell'improvvisazione radicale e che l'ha portato a esibirsi all'Auditorium Parco della Musica di Roma, al Teatro Duse di Bologna e in moltissimi altri teatri e festival italiani. A novembre 2019 il brano Stormi è stato certificato Disco d’Oro dalla FIMI.