Martedì, 17 Agosto 2021 10:08

PAURA ALL’ALBA/ Violento incendio distrugge la Frescheria Jamaica sulla litoranea tarantina. Il personale svegliato dal crepitio delle fiamme “pensavamo fosse pioggia” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un violento incendio ha distrutto questa mattina la “frescheria” dello stabilimento balneare “Jamaica”, tra i più noti ed accorsati del tratto tarantino della litoranea salentina. Le fiamme sono divampate intorno alle 6. Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri della stazione di Lizzano. L’incendio è stato domato intorno alle 7.30. In corso le indagini per accertare la natura dell’incendio. Alcune strutture della “frescheria” sono crollate accartocciandosi su se stesse. Tra le ipotesi, quella del dolo. Oltre ai danni materiali che sono ingenti, una persona ha anche accusato un malore, forse perché ha inalato il fumo che si è sprigionato dalle fiamme. Per prestargli soccorso intervenuta anche un’ambulanza del 118. “Il personale dello stabilimento, che dorme lì, ci ha detto che stamattina presto é stato svegliato dal crepitio delle fiamme. Sembrava il rumore della pioggia, così almeno lo avvertivano nel dormiveglia, ed invece era il fuoco che stava divampando”. Così Giovanni Pietroforte, comandante dei Vigili del Fuoco di Taranto, spiega ad AGI l’incendio che questa mattina presto ha distrutto la “frescheria” dello stabilimento balneare “Jamaica” a Marina di Lizzano sulla litoranea salentina. “Siamo intervenuti intorno alle 6 - afferma Pietroforte -, impiegando 14 uomini e mezzi da Taranto, Manduria e Grottaglie,  l’incendio allo stato è spento, ma siamo ancora sul posto per le ultime cose. Le fiamme hanno attaccato tutta la parte esterna dello stabilimento, che era in legno, anche abbastanza secco visto le elevate temperature di queste ultime settimane. Nessun danno c’è stato invece alle strutture fisse del complesso”. 

 

“Stiamo anche accertando la natura dell’incendio ed é ancora troppo presto per trarre delle conclusioni” rileva Pietroforte. Il comandante dei Vigili del Fuoco di Taranto dichiara inoltre ad AGI che “intorno alla scorsa mezzanotte è finito l’intervento dei Vigili del Fuoco nella pineta di Frantella del comune di Grottaglie. Ieri qui c’è stato un secondo incendio dopo quello divampato nel pomeriggio di Ferragosto. Penso - afferma Pietroforte - che quello di ieri sia stato più pericoloso rispetto a quello di domenica perchè ha minacciosamente sfiorato anche le case che sono vicinissime alla pineta. Abbiamo mobilitato su Frantella quasi una trentina di uomini e rispetto al primo incendio del 15 agosto, ieri non abbiamo potuto avvalerci del supporto aereo”. Il Comune di Grottaglie, col sindaco Ciro D’Alò, ha intanto emanato una ordinanza di interdizione all’accesso nella pineta per consentire i lavori di messa in sicurezza dell’area. Frantella si estende per circa 50 ettari sulla strada che da Grottaglie conduce a Villa Castelli (Brindisi) ed è con Fantiano una delle due pinete vicine a Grottaglie.