Lunedì, 01 Marzo 2021 15:42

CALCIO/ Taranto: I rossoblù battono di misura la Puteolana grazie a una rete di Guaita e alle parate di Ciezkowski In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Secondo tempo in dieci per gli ionici che soffrendo portano a casa punti preziosi per la classifica. Mister Lentini: “L'importante era vincere, ma siamo stati troppo spreconi. Ciezkovski:” Felice di aver aiutato la squadra a vincere, la Puteolana ha disputato una buona gara ma alla fine l'abbiamo spuntata noi.”

 

 

 

di Andrea Loiacono

 

 

 

Il Taranto torna al successo e lo fa dopo la sconfitta di Bitonto di mercoledì battendo allo Iacovone una sorprendente Puteolana presentatasi allo Iacovone da ultima della classe ma capace comunque di impensierire il Taranto soprattutto nel secondo tempo. Mister Lentini, vice dello squalificato mister Laterza opta ancora per il 4-2-3-1 con Gonzalez che fa rifiatare Rizzo e con Guaita, Tissone e

 

Falcone alle spalle dell'unica punta Diaz. Puteolana con il tandem di attacco composto da Guarracino e Celiento. Nei flegrei in campo anche due ex Taranto, Catinali e Riccio. Prima della gara vengono esposti in Curva Nord due striscioni di supporto alla squadra. Taranto in completo tradizionale rossoblù, Puteolana in divisa celeste; arbitro Michel Porto di Mestre.

 

 

 

La Puteolana parte bene e al 10' Guarracino sfugge a Gonzalez e tira da distanza ravvicinata ma Ciezkowski è super e si oppone col corpo in calcio d'angolo. Al 13' Guaita, servito sulla destra da Tissone viene steso e arruva il primo giallo per la Puteolana. Al 14'prima occasione per il Taranto con una punizione battuta da Marsili che serve Diaz il quale colpisce di testa di poco fuori. Al 22' il Taranto ha un' occasione ghiotta con Guaita che mette al centro per Falcone spara addosso al portiere Romano. Il gol però è nell'area e il Taranto sblocca la gara al 25'. Sugli sviluppi di una punizione del solito Marsili la palla non viene spazzata bene dalla difesa e resta nella disponibilità che di sinistro batte Romano per la sua terza rete stagionale. Al 31' arriva il primo giallo per Diaby. Al 35' c'è un'altra occasione per il Taranto che esprime la massima pressione. Marsili batte una punizione dalla trequarti, Romano respinge di pugno e Falcone tira al volo di poco fuori. Allo scadere del primo tempo la Puteolana si riaffaccia dalle parti di Ciezkowski con Celiento che calcia sul fondo.

 

 

 

Il secondo tempo riparte senza cambi e c'è subito una conclusione di Festa che prova una conclusione molto debole. Al 49' Zingaro prova un tiro cross e per poco non sorprende il portiere polacco che si inarca e devia in angolo evitando il peggio. Al 57' nel Taranto c'è il primo cambio nel Taranto, esce Tissone per Matute. Il Taranto passa a tre a centrocampo con Matute, Marsili e Diaby. Al 65' doppio cambio nella Puteolana, entra Granata al posto di Festa ed entra un altro ex Palumbo per Della Monica. Al 68' arriva l'espulsione di Diaby per fallo al limite dell'area. Per il calciatore ivoriano doppio giallo che lascia la squadra in dieci. La Puteolana si mostra subito rinvigorita e si getta in avanti con Guarracino che calcia a botta sicura ma ancora Ciezkowski gli nega la gioia del gol. Il Taranto in dieci abbassa il suo baricentro a difesa del vantaggio e si schiera con il 4-4-1 con il neo entrato Versienti a sinsitra e Guaita a destra. Al 76' esce uno spento Diaz per Abayian. All'85' c'è un colpo di testa pericoloso di Celiento parato da Ciezkowski. Dopo cinque minuti di recupero sofferti per il Taranto, l'arbitro fischia tre volte e sancisce la fine del match con il Taranto che sale a quota 31 in classifica. Domenica prossima gli ionici saranno di scena a Sorrento, sempre in attesa del primo dei tre recuperi in programma contro l'Andria.

 

 

 

Queste le dichiarazioni in sala stampa di mister Lentini: “Si è trattato di una gara nervosa come spesso accade in questo girone. Nel girone di ritorno le squadre che si devono salvare spesso adottano ogni stratagemma per portare a casa dei punti preziosi. Noi nel primo tempo siamo stati un po' spreconi, potevamo segnare con Falcone, Diaz e Guaita. A prescindere da questo però ci interessava il risultato. Non sono d'accordo con chi afferma di aver visto un Taranto inizialmente contratto a causa del risultato di Bitonto, all'inizio abbiamo studiato l'avversario, non si può sempre partire a tutta nel calcio. Poi dopo i primi minuti abbiamo preso bene il pallino del gioco in mano e finchè siamo rimasti in undici la sfida è stata equilibrata. Chiaramente una volta rimasti in dieci abbiamo sofferto il ritorno della Puteolana a centrocampo e ci siamo disposti a tre con l'ingresso di Matute. Tecnicamente non abbiamo disputato la nostra miglior gara, abbiamo cercato spesso le verticalizzazioni a palla alta perché la Puteolana si copriva bene e lasciava pochi spazi. Per quanto riguarda Diaby, il ragazzo grazie al suo strapotere fisico ci da una grossa mano a centrocampo ma alle volte dovrebbe placare la sua irruenza.”

 

 

 

Queste le parole del migliore in campo, il portiere polacco classe duemilauno Ciezkowski: “Sono felice sia per la vittoria ma anche per aver dato il mio contributo alla squadra a conservare la vittoria. Grazie a queste parate mi sento più sicuro. Io mi sono sempre allenato bene e sono a disposizione del mister, con Sposito non c'è mai stata rivalità, è un bravo ragazzo e mi spiace molto per il suo infortunio, io cerco solo di non farlo rimpiangere come posso. Sulla prima parata ho preso il pallone con il viso e i segni sono visibili, nella seconda sono uscito a valanga bloccando Guarracino. Sono sempre stato consapevole delle mie qualità, ora lo sono di più.”

 

Ultima modifica il Lunedì, 01 Marzo 2021 15:45