Venerdì, 05 Febbraio 2021 16:02

L’AFFONDO/ Inaugurato nuovo portale Arpa, Emiliano su ArcelorMittal “decarbonizzazione o chiusura” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Si pensa che reprimere le condotte sbagliate nell’ambiente, limita l’economia. Ma non è così, ci sono settori che possono esplodere in Puglia con una buona situazione ambientale”. Lo ha detto questa mattina il presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, intervenendo nella video call per la presentazione del nuovo portale di Arpa Puglia, l’Agenzia per la protezione ambientale della Regione. Parlando delle criticità che ancora ci sono in Puglia sul fronte ambientale, Emiliano ha citato la questione ex Ilva, ora ArcelorMittal Italia. Emiliano ha rilanciato nella videocall per l’Arpa “la battaglia per la decarbonizzazione o la chiusura dell’Ilva. La spiegheremo anche al prossimo Governo - ha dichiarato Emiliano -,non possiamo accettare che ci continui a dare a dolori e lutti dolori come in questi anni”. “Ci sono nuove tecnologie” ha proseguito Emiliano riferendosi ai sistemi di produzione dell’acciaio. 

 

“Se queste costano troppo - ha sostenuto il governatore di Puglia - l’alternativa non è continuare a produrre ma smettere. E Arpa segue queste battaglie piccole e grandi”. “Arpa - ha detto Emiliano - fa anche i controlli sui grandi siti inquinati e sulle discariche abusive. Stiamo riusciti a chiudere centinaia di infrazioni europee per centinaia di discariche abusivamente aperte”. Circa il nuovo portale, Emiliano ha affermato che “per fare le cose, bisogna tenere le cose in equilibrio finanziario e comunicarle. La interattività  del portale - ha aggiunto - permetterà ai cittadini di dare stimoli all’attivita di controllo. Arpa ha anche funzioni di polizia giudiziaria, noi sosteniamo la Guardia di finanza, la polizia, i carabinieri, ma l’occhio dei cittadini è molto importante. È necessario - ha proseguito Emiliano - che i cittadini quando devono fare qualcosa sull’acqua, l’aria e l’ambiente, sappiano come si questa impatta e quali sono le norme da rispettare. E in queste cose sta anche il cibo”. “So che questo sito di Arpa è stato lungamente “covato” come un ”ovetto” importante  - ha rilevato il governatore di Puglia -,ringrazio quindi tutti coloro che si occupano della comunicazione dell’Arpa, che deve essere precisa. Perché basta sbagliare una tabella, per scatenare il putiferio - ha sostenuto ancora Emiliano -. Quando si pubblicheranno i dati, bisognerà essere molto attenti”. Per il presidente della Regione, “non ci possiamo raccomandare col pubblico, i pugliesi giudicano nel bene e nel male. Arpa - ha sottolineato - è uno strumento straordinario. All’ingrosso, tutti possono dire di rispettare l’ambiente, ma solo Arpa può davvero dire se l’ambiente è rispettato”. “Continueremo ad investire sull’Arpa - ha annunciato Emiliano  -, noi siamo sottofinanziati rispetto alle Regioni del Nord, ma tutto quello che deve essere fatto, sarà fatto”. Intervenuta nella video call anche l’assessore all’Ambiente della Regione Puglia, Anna Grazia Maraschio, “la tutela dell’ambiente è centrale, ma servono strumenti e in questo il lavoro di Arpa Puglia é straordinario. La giornata di oggi - ha affermato- rappresenta un ulteriore passo nel percorso di condivisione delle conoscenze scientifiche e tecniche con i cittadini pugliesi”.