Giovedì, 12 Novembre 2020 09:13

CORONAVIRUS/ A Taranto si va verso la chiusura anticipata dei negozi alle 18 e l’orario continuato In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Chiusura alle 18 per tutti gli esercizi e orario continuato. Ieri sera call tra Comune di Taranto e associazioni di categoria. Si va avanti sino a lunedi, anche in vista di un eventuale, nuovo Dpcm. Lo annunciano  ad AGI fonti Confcommercio Taranto a proposito dei contenuti della nuova ordinanza in arrivo da parte del sindaco Rinaldo Melucci per contrastare la diffusione del Covid.

“Ci stiamo orientando verso uno schema che interverrà sugli orari di apertura con lo scopo di ridurre ulteriormente le possibilità di assembramento”. Così l’assessore allo Sviluppo economico del Comune di Taranto, Fabrizio Manzulli, riassume le linee guida della nuova ordinanza anti Covid che il sindaco Rinaldo Melucci è prossimo a firmare. Le attività commerciali quindi oggetto del nuovo provvedimento comunale. A tal proposito il Comune ieri sera ha avuto un confronto con le associazioni del commercio cui ha esposto i contenuti di massima del nuovo provvedimento in arrivo. Già nel primo pomeriggio il sindaco di Taranto aveva annunciato una stretta a fronte dell’impennata dei contagi a Taranto e dell’aumento dei ricoveri nei due ospedali destinati al Covid, il Moscati di Taranto e il Giannuzzi di Manduria “Non è facile per nessuno - dice Manzulli a proposito del nuovo provvedimento - ma posso dire che anche gli operatori hanno compreso che una stretta ulteriore oggi è l’unica strada per poter ripartire tra qualche settimana. Li ringrazio perché sono consapevoli che l’andamento della curva epidemiologica non è più sostenibile e richiede scelte coraggiose”.  Il Comune di Taranto evidenzia “la necessità di predisporre una nuova ordinanza per evitare, o almeno ritardare, la complicazione dello scenario epidemiologico”. Questo, si dichiara, “ha reso indispensabile un confronto con gli operatori del settore con l’obiettivo di condividere le misure che saranno riversate nel provvedimento”. Il Comune ha infine annunciato che con le associazioni di categoria ci si tornerà ad incontrare la prossima settimana per valutare gli effetti della nuova ordinanza.