Venerdì, 25 Settembre 2020 20:09

GRANDI MANOVRE/ Da lunedì il rientro in ArcelorMittal di 220 lavoratori dalla cassa integrazione In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dalle trattative in corso a Taranto tra rsu sindacali e ArcelorMittal si sta delineando un quadro che prevede per ora il rientro già da lunedì di 220 lavoratori dalla cassa integrazione. Lo apprende AGI. in pratica, la forza lavoro presente sui tre turni passerebbe da 3690 addetti a 3910 su un organico di 8200 persone. La cassa integrazione, che sinora ha coinvolto circa 4mila addetti, resterebbe ancora alta nel siderurgico ma tuttavia comincerebbe a scendere. Nel rientro dei 220 vanno compresi i 53 delle manutenzioni centrali, che è stato il primo settore della fabbrica che le parti hanno affrontato oggi nei quattro incontri programmati, mentre il personale di altoforno 2, in cassa da mesi perché l’impianto è inattivo, andrebbe a lavorare in rotazione sugli altoforni 1 e 4 - che sono gli unici attualmente in produzione -. Altrettanto ci sarebbe per coloro che dal treno nastri 1 (fermo) si sposterebbero sul treno nastri 2 (in marcia). Rsu e ArcelorMittal hanno sinora discusso di manutenzioni centrali, treni nastri, acciaierie e stanno completando la verifica con gli altoforni. Circa il confronto del 28 settembre al Mise tra ministero, Invitalia e sindacati per un punto di situazione circa la trattativa relativa all’ingresso dello Stato nella società siderurgica, al momento, si apprende, nessuna convocazione è giunta per lunedì prossimo dal Mise. Quest’incontro era stato annunciato dal ministro Stefano Patuanelli nel confronto di mercoledì e ieri i sindacati nazionali hanno sollecitato la formalizzazione della convocazione.