Lunedì, 21 Settembre 2020 21:06

REGIONALI/ L’emozione di Emiliano “ho avuto paura di perdere, i cittadini ci hanno perdonato tante cose Renzi? Non ho nulla da dirgli. Molti dei 5 Stelle hanno scelto il voto utile” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 "Ho avuto paura di perdere": lo ha detto Michele Emiliano, commentando i primi risultati delle elezioni, in base ai quali sarebbe riconfermato alla guida della Regione Puglia. "E' stata una campagna durissima - ha detto - ma è stata una straordinaria prova di democrazia. Siamo andati casa per casa, abbiamo cercato di spiegare a tutti perché era necessario salvare il processo, è stato un gioco di squadra, abbiamo vinto tutti insieme e dimostrato all'Italia che la Puglia ce la fa e che oggi non è finita, come qualcuno si aspettava, ma è ancora primavera pugliese, che appartiene a tutti".

“Sono certo che tantissimi pugliesi che avrebbero votato il Movimento Cinque Stelle hanno preferito il  voto utile," ha detto ancora.

“Renzi ha sbagliato, speriamo che impari dagli errori. A lui - ha aggiunto Emiliano- non ho nulla da dire”.

Michele Emiliano  ha inoltre riconosciuto l'onore delle armi a Raffalele Fitto

" ha fatto  una campagna elettorale corretta - ha detto -  ci siamo confrontati, da tento tempo aspettavamo  questo confronto, non c'eravamo mai incrociati direttamente, è stata una battaglia dura, lo confesso, ho avuto veramente paura di perdere perchè avevo davanti un avversario competente, bravo , capace di fare  campagna elettorale.  Il  fatto di essere riuscito a superare questa prova per me è veramente molto importante, e gli faccio le mie congratulazioni perchè si è battuto benissimo" E a Renzi cosa dice. "A Renzi sinceramente non ho nulla da dire."

Visibilmente  emozionato,  ha salutato i suoi sostenitori con al suo fianco il sindaco di Bari, Antonio Decaro e il ministro Francesco Boccia: "Non mi hanno mai mollato - ha affermato - mi hanno sostenuto nei momenti più difficili e voglio soprattutto dire che il popolo pugliese ci ha anche perdonato le tante cose che avremmo potuto fare meglio. Dovete sapere - ha aggiunto Emiliano - che questa serata non scavalca e non cancella tutte le cose che dobbiamo migliorare, siamo consapevoli di dovere migliorare tantissime cose contemporaneamente abbiamo fatto una campagna elettorale per spiegare che eravamo in grado di imparare dagli errori che avevamo commesso , quindi grandissima umiltà di noi tutti e grande voglia di andare avanti , siamo però consapevoli - ha concluso - che la Puglia non ha piegato la schiena davanti a nulla e davanti a nessuno, e sta continuando il cammino verso il futuro". 

“Io ho avuto un atteggiamento di grande apertura nei confronti del Movimento Cinque stelle, ho fatto tanti tentativi": ha dichiarato ai giornalisti che gli hanno chiesto cosa prova nel vedere che la coalizione di Governo non è stata capace di riproporsi alle elezioni regionali, con il M5S che si è ostinato nel voler correre da solo. "Proprio non riuscivo a capire, anche l'affermazione che io fossi la stessa cosa di Fitto - ha proseguito - mi addolorava profondamente, perché io e Fitto abbiamo due storie rispettabili ma molto diverse, nulla di paragonabile. Temo che si sia esagerato da parte di qualcuno nel dare giudizi personali, morali, etici nei confronti di una persona che ha servito il Paese in varie funzioni, sempre con onore". 

 Michele Emiliano, visibilmente emozionato, aveva al suo fianco il sindaco di Bari, Antonio Decaro e il ministro Francesco Boccia: "Non mi hanno mai mollato - ha affermato - mi hanno sostenuto nei momenti più difficili e voglio soprattutto dire che il popolo pugliese ci ha anche perdonato le tante cose che avremmo potuto fare meglio. Dovete sapere - ha aggiunto Emiliano - che questa serata non scavalca e non cancella tutte le cose che dobbiamo migliorare, siamo consapevoli di dovere migliorare tantissime cose contemporaneamente abbiamo fatto una campagna elettorale per spiegare che eravamo in grado di imparare dagli errori che avevamo commesso , quindi grandissima umiltà di noi tutti e grande voglia di andare avanti , siamo però consapevoli - ha concluso - che la Puglia non ha piegato la schiena davanti a nulla e davanti a nessuno, e sta continuando il cammino verso il futuro".