Venerdì, 18 Settembre 2020 15:05

FABBRICA AL COLLASSO/ Grave incidente in ArcelorMittal cede nastro trasportatore, solo per un caso non ci sono state vittime In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“In data odierna, alle ore 13 circa, si è verificato un grave incidente che, per caso fortuito non ha provocato danni al personale che opera nelle vicinanze”. Lo denunciano ad ArcelorMittal l’rls Francesco Demito e l’rsu Francesco Galeano, entrambi delegati sindacali della Fim Cisl. In sostanza, secondo il sindacato, si è verificato un cedimento del nastro trasportatore D/26 della linea D dell’agglomerato del siderurgico. “Nello specifico - dicono i due rappresentanti sindacali -, vi è stato un cedimento del nastro che ha provocato l’uscita dello stesso da tutte le sedi precipitando totalmente al suolo. Facciamo presente che, ancora una volta i preposti e il servizio di prevenzione e protezione, non hanno avvisato i rls”.

 

“Chiediamo un celere incontro - affermano i due rappresentanti Fim Cisl -, atto ad avere chiarimenti e le contromisure adottate per far sì che non si verifichi nuovamente un incidente di tale entità. Se non dovessero esserci riscontri a riguardo, per garantire la salute e l'incolumità dei lavoratori, non esiteremo a rivolgerci agli enti di pertinenza”. Per Vincenzo La Neve, coordinatore di fabbrica Fim Cisl, “quanto accaduto oggi all’agglomerato, dimostra che il sindacato ha ragione quando denuncia la mancanza di manutenzione ordinaria e straordinaria. Molto probabilmente - conclude La Neve - questo incidente si sarebbe potuto evitare se gli ispezionatori non fossero stati collocati in cassa integrazione. E invece su 14 ispezionatori, 5 sono in cassa integrazione”.