Domenica, 09 Agosto 2020 08:55

L’INDAGINE/ Scoperta discarica abusiva nel Tarantino, denunciate otto persone In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un’area agricola di 5.000 metri quadrati, adibita a discarica abusiva, è stata sequestrata dalla Polizia a Grottaglie (Taranto) e otto persone sono state denunciate in stato di libertà otto persone perché ritenute, a vario titolo, responsabili di gestione illecita di rifiuti pericolosi. Due sono i proprietari dell’azienda di smaltimento di materiali ferrosi, sei invece i proprietari dell’area, tutti di Grottaglie. 

   Le indagini sono state avviate in seguito al ritrovamento, nelle campagne di contrada “Paparazio”, a nord di Grottaglie, di un autocarro Iveco munito di una gru a “ragno”, usato probabilmente per lo scarico illegale di rifiuti. Il mezzo era stato abbandonato fretta poco prima dell’arrivo dei poliziotti, con le chiavi ancora inserite nel nottolino dell’accensione. Dall’ispezione dell’autocarro, i poliziotti hanno tratto gli elementi  per risalire alla proprietà del mezzo e alla ditta di recupero di materiali ferrosi che lo usava. In seguito, gli agenti, con l’ausilio delle riprese aeree effettuate dal personale del Reparto Volo di Bari, hanno individuato l’area adibita a discarica abusiva. Gli agenti hanno rinvenuto una notevole quantità di materiale plastico, scarti di coperture dei tendoni per la coltivazione dell’uva, tubi di plastica per l’irrigazione dei campi, nonché coperture in amianto. Le attività agricole - afferma la Questura di Taranto - prevedono un uso intensivo di questi materiali, che, dopo l’utilizzo, se abbandonati, possono avere un forte impatto ambientale. Infatti, questi materiali risultano contaminati dai prodotti, come gli antiparassitari, utilizzati per trattare le coltivazioni e, una volta dismessi, devono essere smaltiti seguendo specifici protocolli. 

Letto 204 volte