Sabato, 30 Maggio 2020 08:16

LE BUONE NOTIZIE/ Negativo l’ultimo tampone fatto al 13enne di Crispiano, fuori dal virus anche l’ultimo paziente in quarantena In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sul fronte dell’emergenza Coronavirus due buone notizie arrivano da Crispiano. A renderle note con due video su facebook è il primo cittadino Luca Lopomo. La prima riguarda il 13 operato al SS.Annunziata, dove si è scoperto che aveva contratto il virus, l’altra si riferisce  all’ultimo crispianese che era  in quarantena dal primo aprile scorso. Per entrambi l’ultimo tampone effettuato ha dato esito negativo. Il caso del ragazzo aveva particolarmente allarmato la popolazione scatenando una serie di commenti sui social che il primo cittadino ha stigmatizzato sottolineando che spesso le parole possono ferire come pietre. Dall’esito dei test è emerso che il ragazzo, asintomatico, con molta probabilità aveva contratto il virus prima ancora che ci fosse il lockdown.

Il ragazzo è stato operato nel reparto di Ortopedia dell’ospedale “Santissima Annunziata” di Taranto dove era giunto in ospedale per una ferita lacero-contusa da vetro su di un gomito con lesioni tendinee, causata da una caduta. Prima dell’intervento chirurgico, come da prassi,  era stato effettuato un tampone nasofaringeo al fine di rilevare l’eventuale presenza del Coronavirus.

 

Il primo tampone aveva dato esito indeterminato o incerto. Il secondo tampone era invece risultato positivo, rilevando la presenza di residui del virus. Il paziente è asintomatico. L’intervento è stato effettuato dall’équipe del reparto di Ortopedia, in collaborazione con l’equipe di Anestesia “rispettando - dice Asl Taranto - il protocollo con tutte le accortezze e l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale previsti per gli interventi su pazienti positivi”. A fine intervento, poi, un’ambulanza ha prelevato il paziente per accompagnarlo per accertamenti al reparto di Malattie Infettive dell’ospedale “San Giuseppe Moscati” di Taranto.La madre del ragazzo, su cui è stato eseguito il tampone, è risultata negativa al Coronavirus. Per il primario di Ortopedia dell’ospedale di Taranto, Lorenzo Scialpi, la vicenda del 13enne “dimostra che ci sono tanti pazienti asintomatici in giro. Noi - prosegue - abbiamo rilevato casualmente questo caso di positività perché il ragazzo si era tagliato con un vetro e ora eseguiamo il tampone a tutti i pazienti prima che vengano operati.”.

Con l’esito negativo dell’ultimo tampone il caso è rientrato.