Lunedì, 25 Maggio 2020 14:58

LA RESA DEI CONTI/ ArcelorMittal vuole andare avanti e il Governo è disposto a coinvestire con Mittal In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

C’è stata una fortissima contrazione del mercato e tutti i provvedimenti sono stati assunti per questo motivo. Lo ha detto l’amministratore delegato di ArcelorMittal, Lucia Morselli, intervenendo brevemente nell’incontro in modalità audiovideo indetto dal Governo sulla crisi dell’azienda siderurgica. Lo riferiscono ad AGI fonti sindacali tra quelle partecipanti alla riunione. Il riferimento della Morselli è alla cassa integrazione e alla fermata degli impianti nei siti di Taranto, Genova e Novi Ligure. Solo a Taranto più di 3.200 addetti diretti sono in cassa integrazione. Fermati da quasi due mesi un acciaieria su due e un altoforno su tre operativi. Le fonti sindacali dicono ad AGI che ArcelorMittal vuole andare avanti. E il Governo  - è emerso nel vertice - è disponibile a coinvestire insieme a Mittal. Manifestato l’impegno a presentare tra una decina di giorni il piano industriale con aggiornamento dell’incontro odierno. Sono poi intervenuti i sindacati, contestando nel merito e nel metodo i provvedimenti dell’ad dell’azienda.     Per il Governo sinora è intervenuto il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, il quale ha invitato a riprendere “corrette relazioni industriali” dicono ancora le fonti sindacali. Intervenuto anche il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri. L’ad Morselli partecipa da Taranto all’incontro insieme ad altri dirigenti dello stabilimento.